Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 21 AGOSTO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Opg: Marino, abusi sessuali su trans episodio gravissimo unica soluzione chiusura

L’episodio che vede due agenti di polizia penitenziaria, in servizio all’Opg di Aversa, protagonisti di presunti abusi sessuali su un internato transessuale nella struttura e per questo posti agli arresti domiciliari è “gravissimo”. La denuncia arriva da Ignazio Marino, presidente della Commissione d’inchiesta sul Ssn che, vista la situazione “talmente degradata”, chiede la chiusura di questi “veri e propri manicomi criminali, che non curano né tanto meno riabilitano”.

11 MAR - “Si tratta di un episodio gravissimo. La Commissione d’inchiesta nei mesi passati aveva denunciato più e più volte il degrado e le condizioni di vita incompatibili con il più elementare rispetto della dignità delle persone in cui vivono gli internati di Aversa. Condizioni di vita che rappresentano spesso gravi violazioni dei principi fondamentali della Costituzione. Ma quanto si apprende mi lascia senza parole”. A parlare è Ignazio Marino, presidente della Commissione d’inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale, dopo che due agenti di polizia penitenziaria in servizio all’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa sono stati posti agli arresti domiciliari per presunti abusi sessuali su un internato transessuale nella struttura.
 
“Ho chiesto ai carabinieri del Nas in servizio presso la Commissione – continua la nota di Marino –di ottenere dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere gli atti riguardanti l’arresto dei due agenti di polizia penitenziaria. Del resto, in spirito di leale collaborazione la Commissione nei mesi scorsi aveva a sua volta trasmesso alla Procura tutti gli atti e i materiali raccolti nel corso dei sopralluoghi nell’ospedale di Aversa, fatto che aveva determinato l’avvio di una azione penale”.

 
“La situazione all’interno degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari è talmente degradata, salvo pochissime eccezioni, che non si vede la possibilità di porvi rimedio con qualche riforma o correttivo”. Afferma Marino chiarendo dunque gli obiettivi della Commissione nell’ambito dell’inchiesta sulla salute mentale.
 
“Dopo la notizia della violenza sessuale subita da un detenuto dell’Opg di Aversa e dopo gli approfondimenti e i numerosi sopralluoghi svolti in tutt’Italia dalla Commissione, possiamo dire a ragion veduta che l’unica soluzione è superare gli Opg, chiudere questi veri e propri manicomi criminali, che non curano né tanto meno riabilitano, e destinare i pazienti a strutture sanitarie specializzate e adeguate ad accoglierli. Non è accettabile che nel nostro Paese, nel XXI secolo, i detenuti con problemi psichiatrici siano privati non solo della libertà ma anche della loro dignità di essere umani”.

11 marzo 2011
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy