Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 19 OTTOBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Stabilità. M5s: “Grazie a nostro emendamento destinati 5 mln per cura spettro autistico”

"Nel 2016 lo Stato destinerà 5 milioni di euro a un Fondo per la cura dei soggetti con disturbo dello spettro autistico, gestito dal ministero della Salute". Questo il contenuto dell'emendamento a prima firma Silvia Giordano approvato dalla commissione Bilancio. Nel testo originario, prima della riformulazione da parte del Governo, si prevedeva uno stanziamento di 50 mln.

15 DIC - “Grazie al MoVimento 5 Stelle nel 2016 lo Stato destinerà 5 milioni di euro a un Fondo per la cura dei soggetti con disturbo dello spettro autistico, gestito dal ministero della Salute. Al contempo dobbiamo rilevare come il nostro emendamento alla Stabilità, a prima firma Silvia Giordano, inizialmente prevedesse uno stanziamento di 50 milioni per gli anni a seguire. La riformulazione del governo ha limitato l’impatto della misura: purtroppo quando in ballo ci sono gli interessi dei cittadini più bisognosi, e non quello delle lobby e degli amici della politica, l'esecutivo quasi sempre stringe la cinghia”. Lo affermano i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari Sociali.
 
“Quello compiuto rappresenta comunque un passo in avanti, considerato che governo e maggioranza in Stabilità non aveva stanziato un euro per la cura dei soggetti con disturbo dello spettro autistico. Tra l’altro, prima della modifica, il nostro emendamento prevedeva l’assegnazione ai beneficiari di somme, anche sotto forma di un ‘budget personale di cura’ annuale, con una componente fissa, che contemplasse un ticket terapeutico mensile, e una variabile correlata alle difficoltà della persona attraverso la quale il soggetto coinvolto potesse scegliere liberamente l’assistenza ritenuta più idonea. Inoltre - proseguono i deputati a 5 stelle - avevamo chiesto di redistribuire parte di quei 50 milioni su base distrettuale, per la formazione di figure professionali destinate al sostegno dei soggetti affetti da autismo".

 
"Purtroppo la riformulazione del governo ha causato l'eliminazione di queste proposte. Sta di fatto che per la cura dei soggetti affetti da disturbo dello spettro autistico c'è sicuramente bisogno di uno sforzo maggiore. Per questo in futuro - concludono - ogni qual volta se ne presenterà l'occasione, avanzeremo provvedimenti migliorativi ".

15 dicembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy