Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 06 DICEMBRE 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Decreto appropriatezza. Snami: “Lorenzin smentisce se stessa e attacca i medici”

Per il sindacato autonomo le parole pronunciate ieri dal Ministro su Sky sul decreto sono “fuorvianti per i cittadini e offensive per i Medici”. Testa contro il Ministro: “Ha ‘versato kerosene’ dimostrando di essere poco informata”.

09 FEB - Replica della dirigenza del sindacato autonomo all’intervista di ieri a Sky TG24 del ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “L’onorevole Lorenzin – evidenzia Angelo Testa, presidente nazionale dello Snami -  ha parlato di un decreto differente dal suo asserendo che ‘motivandolo’ i Medici possono prescrivere al paziente la misurazione del colesterolo nel sangue anche una volta al mese. Nel suo decretosulle condizioni di erogabilità e indicazioni di appropriatezza prescrittiva delle prestazioni di assistenza ambulatoriale erogabili nell’ambito del Servizio sanitario nazionale,  invece c’è chiaramente scritto altro. Il messaggio di ieri è palesemente offensivo per i Medici perché si fa intendere che si è dovuta calmierare ‘per decreto’ la scarsa attenzione e professionalità di chi prescrive”.
 
“I Medici non hanno l’hobby - continua Domenico Salvago, vicepresidente nazionale dello Snami - di prescrivere ‘lenzuolate’ di esami senza attenzione. L’espressione del Ministro mi è sembrata nei termini e nella sostanza poco consona al suo ruolo istituzionale anche perché nei confronti dei cittadini passa il messaggio che per colpa di presunti grafomani degli accertamenti vengono purtroppo tagliate delle prestazioni un po’ a tutti. Avesse il coraggio di dire che stanno esclusivamente cassando anche dei servizi sanitari essenziali e non vogliono colpire i veri sprechi”.

 
“Meno male - dice Gianfranco Breccia, segretario nazionale dello Snami - che per partorire il decreto il Ministro ha avuto ben trenta consulenti. Se ne avesse avuti di meno dove saremmo andati a parare?”.
 
“I nostri presidenti regionali - conclude il Presidente Testa - hanno scritto una lettera ai rispettivi assessori alla Sanità delle loro regioni per chiedere la sospensiva di un decreto mal fatto, farraginoso e che creando disparità tra ricchi e poveri favorisce la conflittualità tra paziente e Medico che «per decreto» non può prescrivere ciò che serve . Certamente ieri l’onorevole Beatrice Lorenzin, ha ‘versato kerosene’ dimostrando di essere poco informata, poco chiara e irrispettosa nei confronti dei Medici”.

09 febbraio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Table 'Sql343065_1.visualizzazioni_new' doesn't exist