Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Inchiesta petrolio. Indagato anche il sottosegretario De Filippo. Ma è in arrivo richiesta archiviazione

A riportare la notizia è stata questa mattina La Repubblica. Il sottosegretario alla Salute sarebbe indagato con  l'accusa di induzione indebita nell'ambito dell'inchiesta sul petrolio in Basilicata nel filone "Tempa Rossa", il Centro Oli della Total a Corleto Perticara (Potenza), per i suoi rapporti con l'ex sindaco del paese, Rosaria Vicino (Pd), ai domiciliari dallo scorso 31 marzo. Ma in serata l'Ansa ha dato la notizia di una possibile rapida archiviazione della sua posizione.

13 APR - "Sono sbalordito". Così il Sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo (Pd), ha commentato a caldo la notizia riportata da Repubblica, secondo la quale sarebbe  indagato con l'accusa di induzione indebita nell'ambito dell'inchiesta sul petrolio in Basilicata. L'indagine farebbe parte del filone "Tempa Rossa", il Centro Oli della Total a Corleto Perticara (Potenza), per i suoi rapporti con l'ex sindaco del paese, Rosaria Vicino (Pd), ai domiciliari dallo scorso 31 marzo.
 
Tra i nuovi indagati, oltre a De Filippo, vi sarebbe anche la sua segretaria, Mariachiara Montemurro, consigliera comunale in quota Pd a Gallicchio (Potenza). Il reato di cui De Filippo è accusato sarebbe da mettere in relazione proprio con i suoi rapporti con Vicino. Nell'ordinanza eseguita il 31 marzo erano riportate intercettazioni telefoniche in cui Vicino parlava della necessità di "sistemare" uno dei suoi figli all'Eni: per riuscirci avrebbe chiesto l'intervento del sottosegretario (che è stato presidente della Regione Basilicata dal 2005 al 2013). Altre registrazioni telefoniche avrebbero registrato l'impegno di Vicino a sostegno di liste elettorali con esponenti politici vicini a De Filippo, come la stessa Montemurro. Quest'ultima sarebbe stata utilizzata da De Filippo come "canale" di comunicazione con Vicino per informarla dei progressi nell'attività per arrivare all'assunzione del figlio.

 
Ma in serata l'Ansa dà notizia di una possibile rapida archiviazione della posizione di De Filippo. Arriva infatti attorno alle 22 la notizia battuta dall'Ansa di una possibile rapida archiviazione della posizione di De Filippo. La richiesta di archiviazione potrebbe essere trasmessa al Gip già nei prossimi giorni. Il sottosegretario si era recato già nel pomeriggio in Basilicata per un confronto con i magistrati.
 

13 aprile 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy