Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 24 GIUGNO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Aifa. Interrogazione M5S: “Opacità inammissibile su nomina direttore dell'ufficio di segreteria tecnica”

Quali siano i motivi per cui l'Aifa abbia conferito, a distanza di pochi mesi, 2 incarichi dirigenziali ai coniugi Latronico e Polifrone, e verificare la legittimità del provvedimento di conferimento di incarico di Polifrone, alla luce della presunta violazione del principio di trasparenza e del principio dell'accesso concorsuale. Queste le richieste al Ministro della Salute dei senatori del M5S. L'INTERROGAZIONE

22 LUG - Far luce sull'"inammissibile opacità" che caratterizza il conferimento, a distanza di pochi mesi, di 2 incarichi dirigenziali ai coniugi Latronico e Polifrone presso l'Aifa. Questa la richiesta al Ministro della Salute contenuta in un'interrogazione del M5S presentata a prima firma da Paola Taverna. Nel testo si spiega che, con determina del direttore generale dell'Aifa n. 334 del 27 marzo 2015, è stata disposta l'assunzione con contratto di collaborazione coordinata e continuativa della dottoressa Caterina Latronico, per la realizzazione del "progetto finalizzato allo sviluppo del ruolo internazionale di Aifa ed allo svolgimento di nuove attività in ambito europeo ed internazionale". Il contratto ha luogo dal 1° aprile 2015 al 31 marzo 2018 e prevede un compenso pari a 135.000 euro lordi.
 
Successivamente, lo stesso Ente regolatorio con determina n. 664 del 6 maggio 2016, ha conferito l'incarico di direttore dell'Ufficio di Segreteria tecnica della Direzione generale al dottor Gianluca Polifrone, coniuge della dottoressa Latronico. Per i senatori del M5S la procedura di selezione per l'affidamento dell'incarico a Polifrone sarebbe avvenuta "in violazione del principio di trasparenza, di cui agli artt. 97 della Costituzione e 1 della legge n. 241 del 1990; per tale nomina non risulterebbe espletata una procedura concorsuale pubblica, come imposto dalle citate norme per le pubbliche amministrazioni. Il dottor Polifrone non avrebbe avuto diritto ad accedere alla procedura di selezione riservata ai soli dirigenti della pubblica amministrazione, in quanto era inquadrato presso la Consip (Centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana) con profilo impiegatizio, esperienza che peraltro non compare nel curriculum vitae pubblicato sul sito dell'Aifa - e inoltre - nel sito non sarebbero stati pubblicati né la determinazione di conferimento d'incarico, né il compenso stabilito in favore del dottor Polifrone, in violazione dell'art. 15 del decreto legislativo n. 33 del 2013".

 
Da qui le richieste al Ministro della Salute per sapere:
quali siano i motivi per cui l'Aifa abbia conferito, a distanza di pochi mesi, 2 incarichi dirigenziali ai coniugi Latronico e Polifrone;
 
se non intenda verificare la legittimità del provvedimento di conferimento di incarico di direttore dell'ufficio di segreteria tecnica della Direzione generale presso l'AIFA al dottor Polifrone, in particolare alla luce della presunta violazione del principio di trasparenza e del connesso principio dell'accesso concorsuale agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni, nonché dei limiti assunzionali previsti dall'art. 9-duodecies del decreto-legge n. 78 del 2015;
 
se il profilo del dottor Polifrone sia rispondente ai requisiti necessari ad espletare efficacemente il delicato incarico che gli è stato conferito;
quali provvedimenti intenda assumere per porre rimedio alle eventuali irregolarità o illegittimità riscontrate.

22 luglio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy