Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 28 SETTEMBRE 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Milleproroghe. Gli emendamenti sulle farmacie al voto in Aula: dalla remunerazione alla validità delle graduatorie del concorso


E ancora, consentito fino alla fine del prossimo anno il conseguimento della titolarità di farmacia rurale con un anno di pratica professionale, estesa la sospensione dell’obbligo dell’idoneità per il conseguimento della titolarità, sempre in tema di graduatorie concorsuali viene estesa la validità delle liste per altri cinque anni. Questi alcuni degli emendamenti approvati dalla commissione Affari costituzionali che verranno esaminati domani dal Senato.

31 GEN - Prenderà il via domani in Aula al Senato la discussione sul decreto Milleproroghe. Intanto, in commissioni Affari costituzionali, la maggior parte degli emendamenti che trattano di farmacia non ha passato il vaglio di ammissibilità. A salvarsi dal vaglio dei senatori della I commissione sono, in particolare, l’emendamento 7.7 del M5S, a prima firma Paola Taverna, che riduce da un anno a sei mesi la riforma della remunerazione di farmacie e grossisti. 
 
Via libera anche al 7.60 di Forza Italia, a prima firma Andrea Mandelli, che proroga al 31 dicembre 2018 la validità delle graduatorie del concorso straordinario. Ammesso al voto anche il 7.69 a prima firma Antonio De Poli (Ncd) che consente fino alla fine del prossimo anno il conseguimento della titolarità di farmacia rurale con un anno di pratica professionale.
 
E poi via libera al voto anche per il 7.70, sempre a prima firma De Poli (Ncd) che proroga fino al 31 dicembre 2018 la sospensione dell’obbligo dell’idoneità per il conseguimento della titolarità e per il 7.78 (Forza Italia e CoR), che estende la validità delle liste delle graduatorie concorsuali per altri cinque anni.
 
Infine, si salva una parte dell’emendamento 7.11 a prima firma Ignazio Angioni (Pd) nel testo riformulato in Commissione, ossia il comma che proroga la validità delle graduatorie "per sei anni a partire dalla data del primo interpello".
 

31 gennaio 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy