Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 09 DICEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Epatite C. D’Ambrosio Lettieri (DI): “Circolare Lorenzin segnale di attenzione, ma rischio è fai da te”

"La strada maestra da seguire resta quella della negoziazione del prezzo dei farmaci innovativi con la previsione di una centrale di acquisto sovranazionale". Così il componente della commissione Sanità del Senato commenta la circolare del Ministero della Salute che apre all'importazione di farmaci dall'estero.

30 MAR - “Credo che il diritto alla cura dovrebbe affrancarsi dalle alchimie tecnico-contabili che restringono in maniera ingiusta e penalizzante il perimetro dell'accesso ai farmaci. Questo, naturalmente, pone un problema di equo accesso che deve essere affrontato in modo organico e pragmatico una volta per tutte, perché l’universalità e la solidarietà del nostro Ssn siano declinate in maniera compiuta su tutto il territorio nazionale, per tutti e non solo proclamata.
La circolare emanata dal ministro Lorenzin, che apre alla importazione di farmaci dall’estero anche nei casi in cui il paziente non rientra nei criteri di eleggibilità a carico del Ssn o in cui il farmaco costa troppo, è certamente un piccolo segnale di attenzione e uno sforzo verso la soluzione di un problema serio per tantissime persone affette da malattie, come ad esempio, l’epatite C, che ovviamente necessitano di un intervento farmacologico immediato".
 
Così in una nota Luigi d'Ambrosio Lettieri (DI), componente della commissione Sanità del Senato.
 
"D’altra parte, utilizzando su larga scala i nuovi 'superfarmaci’, si arriverebbe, per l’epatite C, alla eradicazione del virus. In ogni caso, penso sarebbe utile intraprendere la strada di una revisione complessiva della governance farmaceutica che non è più possibile prorogare ulteriormente. Penso, cioè, che si debba affrontare il problema dei costi imponenti dei farmaci innovativi per nuove e vecchie patologie, compresa l’epatite C, definendo attività negoziali a livello sovranazionale con l’industria farmaceutica e prendendo seriamente in considerazione, per talune tipologie di farmaci ad alta complessità e ad alto costo, la costituzione di una centrale di acquisto europea. Il rischio, infatti, sempre in agguato, è che il tenore della circolare del ministero possa involontariamente spingere le persone sulla china del fai da te, lasciandole sole davanti ai rischi del web e dell'acquisto online”, conclude D'Ambrosio Lettieri.

30 marzo 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy