Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 26 SETTEMBRE 2017
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Interrogazioni Affari Sociali/2. Faraone su dotazione organico ospedali: “Concorsi straordinari possibili fino a tutto il 2019”

In aggiunta a questo, nella legge di bilancio è stata vincolata una quota di 75 mln per il 2017 e 150 mln 2018, per fare fronte agli oneri derivanti dai processi di assunzione e stabilizzazione del personale sanitario. Così il sottosegretario alla Salute ha risposto ieri in XII commissione all'interrogazione presentata da Beatrice Brignone (Si).

21 APR - "Il testo unico del pubblico impiego, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 23 febbraio introduce, una ulteriore proroga di un anno rispetto a quella già prevista dal decreto cosiddetto milleproroghe per l'espletamento delle procedure concorsuali straordinarie, le quali, pertanto, a seguito dell'approvazione del decreto in parola, potranno essere indette entro il 31 dicembre 2018 e concluse entro il 31 dicembre 2019". Così il sottosegretario alla Salute, Davide Faraone, ha risposto ieri in commissione Affari Sociali all'interrogazione presentata da Beatrice Brignone (Si) sugli interventi per implementare la dotazione di organico nelle strutture ospedaliere.

Oltre a questi interventi di carattere straordinario, ha aggiunto il sottosegretario, "si è voluto investire concretamente anche su misure di natura strutturale: mi riferisco all'ultima legge di bilancio, che ha previsto, nell'ambito del finanziamento del Servizio sanitario nazionale, il vincolo specifico di una quota pari a 75 milioni di euro per l'anno 2017 e a 150 milioni di euro a decorrere dall'anno 2018, per fare fronte agli oneri derivanti dai processi di assunzione e stabilizzazione del personale sanitario".

 
Quanto poi alla situazione di sovraffollamento dei servizi ospedalieri di Pronto Soccorso, Faraone ha poi ricordato il recente all'aggiornamento delle Linee Guida sul Triage, e la definizione di Linee Guida nazionali sul modello dell'Osservazione Breve Intensiva, utili a fornire indicazioni in merito alle azioni di contrasto a questo fenomeno. "Resta ovviamente fermo che, nell'ambito di tali indirizzi generali, le Regioni e le Direzioni Sanitarie Aziendali possono sviluppare, in nome della loro autonomia organizzativa e gestionale, ulteriori iniziative", ha concluso.
 
Beatrice Brignone (Si), replicando, si è dichiarata non soddisfatta della risposta. Ritiene, infatti, che il Governo stia facendo "troppo poco a fronte della drastica riduzione del personale sanitario". Al riguardo, fa presente che un milione e mezzo di persone sono ricoverate nei pronto soccorso anziché, come dovrebbe essere, nei reparti delle strutture ospedaliere ma, nonostante questo, prosegue il definanziamento della spesa sanitaria, come attesta anche il Def, sul quale la Commissione ha appena espresso il proprio parere. 

21 aprile 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy