Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 19 NOVEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Bimbo muore dopo parto ad Agrigento. Commissione errori chiede relazione

Il presidente Leoluca Orlando ha scritto all’assessore alla Sanità siciliana, Massimo Russo, e ai Direttori generale delle Asp di Caltanissetta e Agrigento, per chiedere una relazione sul decesso di un neonato che, nonostante un parto difficoltoso, era ancora in vita al momento della nascita. I genitori del piccolo hanno presentato un esposto ai carabinieri.

12 SET - Il Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari e le cause dei disavanzi sanitari regionali, Leoluca Orlando, ha scritto all'Assessore alla Sanità della Regione Sicilia, Massimo Russo, e ai Direttori generali delle Asp di Caltanissetta e di Agrigento, per chiedere una relazione in merito al decesso di un neonato, partorito nell’Ospedale di Mussomeli e deceduto presso l'Ospedale di Agrigento.
Il parto, secondo quanto si apprende da organi d’informazione, è stato difficile ma il neonato era ancora in vita al momento della nascita. Il decesso è avvenuto qualche ora dopo, durante il trasferimento al reparto di Rianimazione del nosocomio agrigentino. Sul caso, i genitori del piccolo hanno presentato un esposto ai carabinieri.

 “Senza pregiudizi per le indagini della magistratura in corso – ha dichiarato Orlando - la Commissione d’inchiesta sugli errori sanitari intende acquisire ogni dato utile a conoscere lo svolgimento dei fatti, sia in merito ad eventuali criticità organizzative riscontrate, che in ordine ad eventuali iniziative amministrative assunte a fronte di responsabilità individuali emerse. La documentazione ottenuta verrà utilizzata nell’ambito dell’inchiesta sulla Sanità in Sicilia e nell'ambito dell’inchiesta nazionale sui punti nascita”.


“Questo episodio – ha proseguito - riporta l'attenzione su un tema che da mesi è al centro dell'attenzione della Commissione che presiedo, ovvero i punti nascita italiani, tema sul quale stiamo elaborando uno studio che incrocia i dati degli Assessorati alla sanità delle regioni italiane con quelli delle Procure”. Il gruppo di lavoro che sta curando questo filone d'inchiesta, ha elaborato e somministrato un questionario per la rilevazione dei principali dati sanitari e organizzativi dei circa 550 punti nascita italiani. La ricerca è focalizzata su alcune caratteristiche che rischiano di trasformare l'evento nascita in tragedia, come la mancanza o l'inadeguatezza dell'unità di terapia intensiva neonatale, un eccessivo ricorso al cesareo o l'esistenza di punti nascita con numeri di parti nettamente al disotto del livello di guardia indicato dall' Oms.
“Le risposte - ha concluso Orlando - consentiranno alla Commissione di acquisire dati indispensabili a rilevare le caratteristiche di ciascun punto nascita, ad accertare le cause dei più frequenti errori e criticità gestionali, nonchè a formulare proposte concrete per porvi rimedio”.
 

12 settembre 2011
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy