Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 17 OTTOBRE 2017
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Mobilità personale CRI: arrivano le risorse. Ma per le Regioni le procedure si fermano qui e i fondi (circa 21 milioni) devono rimanere nei bilanci a regime

Il meccanismo di riparto per le Regioni ha due criticità: considerare chiuse le procedure di mobilità; assicurarsi che le risorse poco più di 21 milioni) non siano solo per il 2017, ma a regime e soo queste le condizioni per il loro via libera in Conferenza Stato Regioni. IL DOCUEMNTO.

03 AGO - Anche nelle Regioni in piano di rientro, secondo la legge 208/2015 si deve assumere con procedure di mobilità, anche in sovrannumero e a esaurimento, il personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato della CRI e quindi dell'Ente con funzioni di autista soccorritore e autisti soccorritori senior, limitatamente a coloro che abbiano prestato servizio in attività convenzionate con gli enti per un periodo non inferiore a cinque anni.

La presa d'atto è stata formalizzata in Stato-Regioni, dove è già prevista la presa d'atto dei governi locali, sia pure con alcune precisazioni
Agli Enti e alle aziende del Servizio Sanitario Nazionale è inoltre vietata l’assunzione del personale corrispondente fino al totale assorbimento del personale della CRI o dell’Ente.

Queste assunzioni non devono apportare nuovi o maggiori oneri alla finanza pubblica in quanto finanziate con il trasferimento delle relative risorse necessarie al trattamento economico del personale assunto, che derivano dalla quota di finanziamento del Ssn erogata annualmente alla CRI.

Il meccanismo per le Regioni ha due criticità: considerare chiuse le procedure di mobilità; assicurarsi che le risorse poco più di 21 milioni) non siano solo per il 2017, ma a regime.


La Commissione salute delle Regioni, ha quindi proposto la presa d’atto dell’informativa, con la richiesta però di mettere nero su bianco che le procedure di mobilità siano concluse e che le risorse saranno mantenute a regime in integrazione al Fsn.
 


03 agosto 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy