Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 28 GIUGNO 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Tbc. Fazio: “Non c’è epidemia se non quella politica e mediatica”


“Se anche i due casi registrati a Roma fossero collegati si tratterebbe di contagio, che è normale per una malattia infettiva, e non di epidemia”. Il ministro della Salute presenta i dati epidemiologici sulla Tbc in Italia, per smentire l’allarme diffuso dopo i casi del Policlinico Gemelli.

07 OTT - L’incidenza della Tbc in Italia è al di sotto dei 10 casi ogni 100mila abitanti, e dunque il nostro, secondo i parametri Oms, è “un Paese a bassa incidenza della malattia”. Questo dato è stabile dalla metà degli anni ‘70, e dunque “non c’è alcuna recrudescenza della malattia”. I dati sono stati forniti dal ministro della Salute, Ferruccio Fazio, nella conferenza  stampa tenuta a margine del Congresso nazionale Fimmg-Metis in corso a Villasimius.
Il ministro ha sottolineato come l’incidenza della tubercolosi sia molto variabile tra le diverse Regioni, per fattori ambientali (soprattutto la presenza di immigrati) e anche per fenomeni di sottonotifica. Nel 2009, secondo i dati del ministero, si va da un’incidenza dello 0,9 casi ogni 100mila abitanti in Molise, fino a 11,5 casi nella provincia di Trento e 12,1 nel Lazio. Più alta l’incidenza per la sola città di Roma dove nel 2009 sono stati registrati 487 casi di tubercolosi, corrispondenti a 17,9 casi ogni 100mila abitanti, mentre nella provincia della capitale i casi sono stati 498 e l’incidenza di 12,12 ogni 100mila abitanti.
“Non c’è epidemia tubercolotica, ma un’epidemia politica e mediatica”, ha concluso Fazio.
 

07 ottobre 2011
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy