Quotidiano on line
di informazione sanitaria
21 LUGLIO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Governo. Balduzzi: Patto per la salute e Lea le priorità

Patto per la salute e Lea innanzitutto, ma anche federalismo fiscale e medicina difensiva. Sono le linee programmatiche che oggi il ministro della Salute ha illustrato in Commissione Affari Sociali di Montecitorio, replicando in parte il suo intervento della settimana scorsa al Senato.

06 DIC - Il nuovo patto per la salute e i nuovi Livelli essenziali di assistenza sono le priorità su cui cominciare a lavorare da subito a partire dai “prossimi giorni, dalle prossime settimane”. Lo ha riferito il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ai giornalisti al termine della sua audizione in Commissione Affari sociali oggi alla Camera.
 
“Il nostro è un sistema nazionale che nel suo complesso – ha ribadito il ministro – è buono e quindi è da valorizzare. Buono però non vuol dire che non abbia bisogno di interventi. Interventi però di manutenzione del sistema ma non interventi che ne ridiscutono i suoi principi ispiratori”.
 
Manutenzione in quale direzione? “Nelle regole per esempio” ha detto il ministro. Regole che riguardano i Lea che “dobbiamo portare a termine” e regole tra medico e paziente “in particolar modo la cosiddetta medicina difensiva” che è un problema non solo dei medici ma anche dei pazienti”. Ma regole anche per una “maggiore trasparenza nelle nomine politiche”. Poiché in sanità – ha ribadito Balduzzi – “alcune nomine politiche non possono essere evitate però devono essere più trasparenti e con requisiti più precisi”.

 
Poi Balduzzi ha parlato del Federalismo fiscale che ha definito un “capitolo importante” e per questo da “portare a compimento” poiché “se inteso bene vuol dire dare attuazione all’autonomia finanziaria delle Regioni secondo l’art119 della Costituzione”.
 
Ultimo punto il patto per la salute “che sarà l’impegno dei prossimi giorni, delle prossime settimane”. Il tutto, ha concluso il ministro della Salute, all’interno di un sistema sanitario che dia al tempo stesso prestazioni di qualità compatibili con le risorse finanziarie disponibili.
“Ma ci sono queste risorse?” È stato chiesto dai giornalisti al ministro che, prima di lasciare la Camera, ha risposto “voi sapete benissimo che siamo obbligati ad una manovra entro il 30 aprile che deve portare risorse per assicurare la sostenibilità del sistema. L’impegno è in questa direzione”. 

06 dicembre 2011
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy