Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 15 NOVEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Specializzazioni mediche. Tuzi (M5S): “Al lavoro per una nuova riforma del sistema, mai più 10 mila fuori dai percorsi formativi”

"Le stime ci dicono che tra 5-10 anni ci sarà una carenza di oltre 80mila medici. È il momento di fare sul serio: riformare le norme e i principi della formazione, in coerenza con la normativa comunitaria, creando un percorso senza interruzioni amministrative e perdite di tempo. Ci apprestiamo ad una riforma che rivoluzionerà la sanità". Così il deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura e medico specializzando.

28 NOV - "Il MoVimento 5 stelle sta lavorando al governo ad un progetto di riforma ampio che mira a rifondare il sistema di formazione medica per migliorarne qualità, competenze e fluidità dei percorsi”, a spiegarlo è Manuel Tuzi deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura e medico specializzando.
 
“Abbiamo intenzione di rinforzare la riforma del 2015, quella che ha introdotto finalmente i sistemi di accreditamento delle scuole per garantire che le reti formative eroghino formazione qualitativamente adeguata a formare i nostri medici - continua Tuzi -. Purtroppo noto che certa stampa tende a fare del vero e proprio terrorismo mediatico, diffondendo false notizie, senza nemmeno conoscere i progetti in corso di definizione. Stanno cercando di creare confusione per snaturare un progetto di riforma globale che andrà a risolvere gli scandalosi problemi dell’attuale sistema di formazione post laurea. I numeri sono dalla nostra parte e ci dicono che bisogna intervenire prima possibile: sono 511 le borse di studio perse solo l’ultimo anno, 5 atenei irregolari, 41 scuole coinvolte e oltre 10.000 medici fuori da ogni percorso formativo".

 
"Questa situazione non può rimanere invariata considerando che le stime ci dicono che tra 5-10 anni ci sarà una carenza di oltre 80mila medici. È il momento di fare sul serio: riformare le norme e i principi della formazione, in coerenza con la normativa comunitaria, creando un percorso senza interruzioni amministrative e perdite di tempo. Rivoluzionare la 368/99 è il primo passo per la riformulazione di percorsi di laurea abilitanti, l’eliminazione dei 'periodi morti' e delle 'pause amministrative forzate' e il rilancio dell’intero settore per garantire conoscenze e competenze certificate. Vogliamo costruire assieme il futuro dei giovani medici con tutti i colleghi, le associazioni e le sigle sindacali, ci apprestiamo ad una riforma che rivoluzionerà la sanità", conclude Tuzi.

28 novembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy