Quotidiano on line
di informazione sanitaria
09 DICEMBRE 2018
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Manovra. Giuliano (Ugl): “Bene misure per stabilizzazioni e rilancio dell’edilizia sanitaria”

Così il segretario nazionale Ugl Sanità commenta gli emendamenti alla manovra approvati nella giornata di ieri dalla Commissione Bilancio della Camera. "La speranza di tutti è che l’aumento di risorse possa garantire l'ammodernamento tecnologico indispensabile per aumentare gli standard qualitativi della nostra sanità pubblica. È un bene che il governo abbia scelto di incrementare le risorse di un settore da anni decimato da tagli e politiche di insensati risparmi”.

04 DIC - “Non possiamo che accogliere con grande soddisfazione le novità previste dagli emendamenti alla manovra votati in queste ore. La speranza di tutti è che l’aumento di risorse possa garantire l'ammodernamento tecnologico indispensabile per aumentare gli standard qualitativi della nostra sanità pubblica”.
 
Lo dichiara il segretario nazionale Ugl Sanità, Gianluca Giuliano, in riferimento agli emendamenti alla manovra approvati alla manovra finanziaria di interesse per il settore sanitario nazionale.

“I più importanti – spiega Giuliano - prevedono l’aumento da 26 a 28 miliardi per le risorse destinate all’edilizia sanitaria e all’ammodernamento tecnologico, con un fondo di 5 mln per le nuove tecnologie antitumorali CAR-T. Anche dal punto di vista strutturale, gli interventi da fare sono tanti, alcuni dei quali assolutamente urgenti, ed è un bene che il governo abbia scelto di incrementare le risorse di un settore da anni decimato da tagli e da politiche di insensati risparmi”.


Sul fronte occupazionale, inoltre, è stata estesa la possibilità di essere assunti anche ai titolari di borsa di studio erogata dagli Irccs pubblici e dagli Izs, per coloro che abbiamo maturato una titolarità di almeno tre anni negli ultimi cinque. “Anche sul tema precari, - sottolinea Giuliano - accogliamo con favore l’emendamento che consentirà ai titolari di borse di studio degli Irccs e degli Izs di poter essere assunti. Il precariato cronico è una delle piaghe della sanità italiana e va combattuto con ogni mezzo a nostra disposizione, per garantire il diritto al lavoro e dei servizi migliori per i cittadini”.

04 dicembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy