Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 25 APRILE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Ministero Salute. Grillo: “Obiettivo ridurre disuguaglianze e aumentare efficienza”. Dalla prevenzione alla trasparenza: ecco l’Atto d’indirizzo politico 2019

Pubblicato il documento che disegna la strategia politica del Ministero per il prossimo anno. Grillo: “La sfida futura riguarderà la capacità di mettere a sistema diversi elementi in apparenza disomogenei, ma che insieme, nella loro complessità, contribuiscono a qualificare i processi di erogazione dell’assistenza sanitaria”. IL DOCUMENTO

05 DIC - Prevenzione, efficienza gestionale, promozione della qualità e dell’appropriatezza dell’assistenza sanitaria e molto altro ancora. Sono questi alcuni delle 9 aree d’interesse su cui si focalizzerà l’attività politica del Ministero della Salute e che sono contenuti nell’Atto d’indirizzo politico per il 2019 appena pubblicato.
 
“I risultati dell’Italia nell’ambito della sanità  - scrive il Ministro della Salute, Giulia Grillo - si collocano generalmente al di sopra della media dell’Unione Europea e il sistema sanitario presenta un buon rapporto costi/efficacia, tant’è che la speranza di vita in Italia è rimasta costantemente al di sopra della media dell’Unione Europea e i tassi di mortalità evitabile sono tra i più bassi dei Paesi dell’Unione”.
 
“Malgrado questo risultato lusinghiero – evidenzia il Ministro -  si registra un elevato fabbisogno di cure mediche insoddisfatto, atteso che emergono realtà inerenti a fasce di popolazione, in evidente stato di disagio economico, che guardano, con maggior speranza, ad un reale e concreto universalismo, al fine di evitare il rinvio o l’abbandono delle cure”.

 
Per questo, secondo il Ministro “occorre, pertanto, intensificare la stretta e piena collaborazione tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, al fine di assicurare un Servizio sanitario nazionale che possa superare le diseguaglianze tra le diverse aree del Paese e che non neghi i diritti costituzionalmente tutelati dei cittadini, quale segno irrinunciabile di civiltà e di crescita sociale. La promozione della salute costituisce, infatti, presupposto determinante per il benessere della persona, per la qualità della vita ma anche per la sostenibilità del sistema sanitario, e pertanto la sfida futura riguarderà la capacità di mettere a sistema diversi elementi in apparenza disomogenei, ma che insieme, nella loro complessità, contribuiscono a qualificare i processi di erogazione dell’assistenza sanitaria”.
 
“In tale ottica – continua Grillo - l’interesse preminente da tutelare deve essere quello dei cittadini, ai quali dovrà essere assicurata, nella massima trasparenza, ogni utile notizia ed informazione inerente all’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza e al funzionamento dei servizi sanitari. Per realizzare quanto sopra, bisogna comunque attuare un importante recupero di efficienza e di crescita della qualità dei servizi, anche attraverso interventi finalizzati ad arrestare la spesa improduttiva e gli sprechi. In tale contesto, la prima vera sfida da vincere è quella di migliorare la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale, riqualificando la spesa sanitaria, promuovendo nuove strategie e modalità di reperimento delle risorse, anche in una cornice comunitaria ed internazionale”.  
 
Le macroaree d’intervento:
 
1.prevenzione;
2.comunicazione;
3.politiche in materia di ricerca sanitaria;
4.politiche sanitarie internazionali;
5.promozione della qualità e dell’appropriatezza dell’assistenza sanitaria;  6. sistema informativo e statistico sanitario;
7.dispositivi medici, stupefacenti e altri prodotti di interesse sanitario;
8.promozione della salute pubblica veterinaria e della sicurezza degli alimenti;
9.politiche per l’efficienza gestionale.

05 dicembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy