Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 19 NOVEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Università. Tuzi (M5S): “Da audizioni contributi preziosi su ddl numero chiuso a medicina”

"Apprendimento digitale e il superamento del numero chiuso per la facoltà di Medicina attraverso metodi meritocratici sono al centro del nostro studio. Nel 2019 è doveroso sfruttare al meglio il potenziale della rete, promuovendo anche la didattica digitale. I corsi aperti ‘Mooc’ superano decisamente molti limiti attuali presenti nella didattica frontale". Così il relatore della proposta di legge del M5S Manuel Tuzi dopo le audizioni in Commissione Cultura. 

20 FEB - “I sistemi di apprendimento digitale e il superamento del numero chiuso per la facoltà di Medicina attraverso metodi meritocratici sono al centro del nostro studio e delle audizioni che stiamo svolgendo in Commissione Cultura nell’ambito dell’esame della nostra proposta di legge in materia di accesso ai corsi universitari”, spiega il relatore della proposta di legge del Movimento 5 Stelle Manuel Tuzi.

“La giornata di oggi ci ha permesso di raccogliere, tra gli altri, la testimonianza di Giorgio Zauli, Rettore Università di Ferrara che ha descritto minuziosamente il metodo utilizzato nel proprio ateneo. La sperimentazione permetterebbe agli studenti che vogliono accedere a corsi di studio con grande frequentazione (come Medicina) di accedere e frequentare la facoltà senza alcun test iniziale, ma attraverso una selezione meritocratica sui risultati accademici dei primi tre mesi del percorso di studi, sul conseguimento e sul rendimento dei primi esami. Come ha spiegato Zauli, in questo modo a Ferrara si potrebbero pre-iscrivere fino a 600 studenti superando alcune iniquità del modello attuale, mentre la vera e propria domanda di ammissione avverrebbe solo successivamente, in base al superamento dei primi esami con una media di voti uguale o superiore a 27/30 entro gennaio”.


“Riteniamo che il modello sia valido, come come anche quello presentato dal professor Mauro Calise dell'Università di Napoli Federico II che ha esposto i vantaggi della piattaforma e-Learning ‘Federica’ finanziata da fondi strutturali europei”, prosegue il relatore Manuel Tuzi. Nel 2019 è doveroso sfruttare al meglio il potenziale della rete, promuovendo anche la didattica digitale. I corsi aperti ‘Mooc’ superano decisamente molti limiti attuali presenti nella didattica frontale. Continueremo ad ascoltare esperti, docenti, rettori e studenti per una proposta di legge che sia migliorativa sotto tutti gli aspetti e ascolti tutte le parti”, conclude il deputato.

20 febbraio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy