Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 07 DICEMBRE 2021
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Cellulari e salute. Governo farà ricorso contro Tar Lazio su obbligo campagna informativa. Tre mesi fa si era detto disponibile a farla


Quello che sembra a tutti gli effetti un dietrofront annunciato dai legali dell'Associazione per la prevenzione e lotta all'elettrosmog che aveva intentato la causa ai ministeri. Da lì la sentenza del Tar Lazio del 15 gennaio scorso che obbligava Miur, Ambiente e Salute ad effettuare una campagna informativa sui rischi derivanti da un uso scorretto dei cellulari. "La faremo" avevano risposto, ma oggi arriva la notizia dell'appello dell'Avvocatura, anche se in serata il ministero dell'Ambiente assicura che la campagna si farà

17 APR - Retromarcia del Governo che, smentendo le dichiarazioni di Miur, Ambiente e Salute, ha decisio di presentare appello al Consiglio di Stato per annullare la sentenza del 15 gennaio 2019 del Tar del Lazio che imponeva allo Stato di adottare, entro sei mesi, una campagna informativa sui rischi per l'ambiente e la salute dei cittadini provocati dall'uso scorretto del cellulare.
 
La causa era stata intentata dall'Associazione per la prevenzione e la lotta all'elettrosmog. "Questo atto d'appello - dichiarano gli avvocati Renato Ambrosio, Stefano Bertone e Luigi Angeletti - tradisce la fiducia che i cittadini avevano riposto nei ministeri quando il 16 gennaio, dopo la sentenza del Tar, annunciarono con un comunicato congiunto che avrebbero preparato una campagna informativa".
 
"I tre ministeri - scrivevano il 16 gennaio scorso in una nota stampa Miur, Ambiente e Salute - recepiscono con favore la decisione giurisdizionale, convinti della necessità di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema e di promuovere misure di prevenzione. I ministeri sono già al lavoro per la costituzione di un tavolo congiunto che avrà la finalità di dare seguito a quanto deciso dai giudici amministrativi".

 
Ma oggi la notizia del ricorso presentato dall'Avvocatura, anche se in serata è il ministero dell'Ambiente a precisare: “L'Avvocatura dello Stato ha agito come da prassi quando sta per scadere la possibilità di presentare un ricorso per tutelare interesse dello Stato. Nel caso specifico non è però nostra intenzione – riporta l’Ansa citando fonti del Ministero dell'Ambiente - dare seguito all'iniziativa intrapresa in quanto riteniamo opportuno fare una campagna informativa il cui iter abbiamo peraltro già avviato”.

17 aprile 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy