Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 21 FEBBRAIO 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Malattie rare. Bologna (M5S): “Anche in Italia ci impegnamo per dare speranza e favorire la ricerca”

"Farmaci disponibili e gratuiti, aggiornamento dei Lea e maggiore coordinamento delle informazioni, presa in carico dei pazienti in tutte le fasi della vita, istituzione di un Fondo per la ricerca dedicato e coinvolgimento dei familiari e delle associazioni di familiari: questi i punti principali del testo che ha già iniziato il suo iter alla Camera". Così la capogruppo del M5S in Commissione Affari Sociali.

18 OTT - "Mila negli Stati Uniti, Micol in Italia. E come loro, tanti altri bambini e bambine in tutto il mondo che convivono con patologie rare, gravissime e invalidanti, ma per cui medici e scienziati non hanno ancora la cura e cercano di trovarla. Casi come quelli che i media stanno raccontando proprio in questi giorni sono tanti, sì, ma troppo pochi per una ricerca universale, per cui il mondo della ricerca e il mondo della sanità devono essere messi nelle condizioni di poter trovare cure personalizzate e ci vogliono dedizione e grandi investimenti!" Lo scrive, sulla sua pagina Facebook, Fabiola Bologna, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari sociali a Montecitorio.
 
"Per Mila Makovec, bambina di 8 anni del Colorado affetta dal morbo di Batten, una rarissima malattia genetica, è stato realizzato un farmaco personalizzato per contrastare la mutazione genetica che le provoca anche 30 attacchi epilettici al giorno, conduce alla cecità e a un deficit cognitivo e motorio. Questa storia è una lezione importantissima: e cioè che la vita di una persona vale tutti i nostri sforzi e anche se la sua condizione è condivisa da poche altre può essere una occasione di avanzamento scientifico per il futuro di molti!".

 
"Anche in Italia - prosegue Bologna -, qualcosa si sta muovendo nella direzione di un forte cambiamento, anche culturale, per la presa in carico dei pazienti con malattie rare e la ricerca in questo settore. Una mia proposta di legge ha già iniziato alla Camera il suo iter. Farmaci disponibili e gratuiti, aggiornamento dei Lea e maggiore coordinamento delle informazioni, presa in carico dei pazienti in tutte le fasi della vita, istituzione di un Fondo per la ricerca dedicato e coinvolgimento dei familiari e delle associazioni di familiari: questi i punti principali del testo. Una volta che diventerà legge, storie come quella di Micol, che ieri è stata raccontata da Le Iene, potranno avere un percorso diverso, più vicino alle richieste e alle speranze di chi è affetto da malattie rare e ai loro parenti. Proseguiamo convinti su questa strada per dare concreta attuazione alla nostra Costituzione, che tutela il diritto alla salute per tutti, e per non lasciare indietro nessuno". 
 

18 ottobre 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy