Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 01 DICEMBRE 2021
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Agenas. Il 4 maggio sciopero del personale e presidio al Ministero


Cgil, Cisl e Uil: “Accordi non mantenuti e 70 precari a casa da gennaio, una vergogna. Non ci fermeremo finché non avremo risposte concrete su posti di lavoro e funzionamento dell’agenzia”

03 MAG - Lavoratori di Agenas in sciopero domani, 4 maggio, contro la mancata riassunzione e stabilizzazione degli ex precari lasciati a casa, a dispetto degli impegni formali di Agenzia e Ministero della Salute, ormai dal 1° gennaio scorso.
 
Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Lazio e Uil Fpl Roma e Lazio non arretrano: “Non si rispettano gli accordi e si mandano al macero professionalità indispensabili per il funzionamento di Agenas, salvo poi imbarcare nuove inutili consulenze. Proprio quando la pandemia e la campagna vaccinale in corso rendono più necessaria la funzione della Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, la si svuota di competenze e la si riempie di clientele. E’ inaccettabile, protesteremo finché giustizia non sarà fatta”.
 
Per questo tutto il personale Agenas incrocerà le braccia e protesterà, pur nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid, ma con la massima determinazione.
 
“Sciopero e presidio saranno solo le prime azioni estreme, che seguono mesi di mobilitazione serrata, per evitare il disastro di un’emorragia di competenze e il dramma di licenziamenti. Pretendiamo garanzie concrete per i lavoratori e per il funzionamento dell’agenzia. E non ci fermeremo finché non le avremo ottenute”, concludono le federazioni di categoria di Cgil Cisl e Uil.

03 maggio 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy