Quotidiano on line
di informazione sanitaria
03 LUGLIO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Farmacie. Fofi: “Gli italiani si fidano del farmacista per farsi vaccinare”. Ecco i risultati dell’indagine Doxa Pharma


Oltre 2 italiani su 3 sono favorevoli alla possibilità di potersi far vaccinare dal proprio farmacista di fiducia e 1 persona adulta su 2 sarebbe più propensa a vaccinarsi se a somministrare il vaccino fosse il farmacista.  Questi i risultati della ricerca di Doxa Pharma, presentata a Cosmofarma, che ha valutato l’orientamento degli italiani rispetto all'introduzione della vaccinazione tra le nuove funzioni del farmacista, anche nella fase post-emergenza.

17 MAG -

“Apprendiamo con grande soddisfazione che oltre 2 italiani su 3 sono favorevoli alla possibilità di potersi far vaccinare dal proprio farmacista di fiducia e che 1 persona adulta su 2 sarebbe più propensa a vaccinarsi se a somministrare il vaccino fosse il farmacista. Questi dati confermano quanto il farmacista che opera sul territorio rappresenti un punto di riferimento affidabile e accessibile per i cittadini, nei grandi centri così come nelle comunità più piccole, che può svolgere un ruolo fondamentale nelle attività di prevenzione e promozione della salute”.

Così in una nota il Comitato Centrale della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), commentando i risultati della ricerca di Doxa Pharma “La farmacia italiana tra consulenza, servizi e hub vaccinale nel percepito dei clienti”, presentata a Cosmofarma, che ha valutato l’orientamento degli italiani rispetto all'introduzione della vaccinazione tra le nuove funzioni del farmacista, anche nella fase post-emergenza.

Secondo l’indagine, il forte radicamento sul territorio e la capacità di ascolto, uniti all’efficienza del servizio, sono i fattori che più di altri promuovono la vaccinazione ad opera del farmacista, in particolare da parte delle persone adulte e anziane. Per 2 intervistati su 3, andrebbero somministrati in farmacia tutti i vaccini disponibili, sia quelli previsti per l’età pediatrica, sia quelli raccomandati per la popolazione anziana.

“La fiducia riposta nei farmacisti è la sottolineatura del ruolo che la professione ha assolto con competenza e responsabilità durante la pandemia, che ha consentito di superare i 3 milioni di vaccini anti-Covid inoculati nelle farmacie di comunità, che si aggiungono alla somministrazione dei vaccini antinfluenzali. I farmacisti di comunità possono offrire un contributo straordinario al Paese per aiutare molti italiani a vincere le resistenze alla vaccinazione e dare una forte spinta all’aumento delle coperture vaccinali, oggi ancora lontane dai livelli raccomandati dalle Istituzioni sanitarie, soprattutto a beneficio dei soggetti più fragili”. 



17 maggio 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy