Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 30 GIUGNO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Personale Ssn. Con la pandemia tornano a crescere le assunzioni: +15 mila in un anno. Boom del tempo determinato: +60%

di Luciano Fassari

A fornire i numeri è il Conto annuale recentemente pubblicato dal Mef. Gli assunti a tempo indeterminato nel Servizio sanitario nazionale hanno toccato nel 2020 quota 664.686 rispetto ai 649.523 del 2019. Ma quasi tutto l’aumento è dovuto agli infermieri e al personale non dirigente mentre il numero dei medici è rimasto inalterato. Boom del tempo determinato dove nel 2021 se ne stimano oltre 50 mila unità rispetto alle 32 mila del 2019. IL CONTO ANNUALE

08 GIU -

La pandemia da Covid 19 ha portato ad una crescita degli assunti a tempo indeterminato nel Servizio sanitario nazionale che hanno toccato nel 2020 quota 664.686 rispetto ai 649.523 del 2019. Numeri ancora lontani da quelli del 2011 (682.542 unità) ma che indubbiamente evidenziano l’inversione di rotta dopo un decennio di tagli senza sosta. A rilevare l’andamento è il Conto annuale recentemente pubblicato dal Mef.

“Fra il 2011 e il 2016 – si legge nel rapporto - la Sanità registra un calo costante, perdendo quasi 34.000 addetti, per restare stazionaria nella seconda metà del decennio appena al di sotto dei 650.000 dipendenti. Nell’ultimo anno si assiste invece ad un consistente incremento imputabile alle misure di contrasto della pandemia”.

Ma entrando nello specifico si nota come la maggior parte dell’aumento è dovuto all’ingresso nel Ssn di più infermieri e personale non dirigente: erano 518.533 nel 2019 e sono diventati 532.576 nel 2020. Anche in questo caso numeri lontani dal 2011 quando le unità infermieristiche erano 545.704.

Stabili invece i medici: erano 112.146 nel 2019 e sono diventati 112.147 nel 2020. E anche in questo caso i numeri sono ancora distanti da quelli del 2011 dove i medici del Ssn erano 115.449.

Non solo tempo indeterminato, la pandemia ha portato anche a nuove assunzioni a tempo determinato dove si registra un aumento del personale di circa il 19% dal 2019 al 2020 e di circa il 30% dal 2020 al 2021. Nel 2021 le stime parlano di oltre 50 mila assunti contro i 32 mila che ce n’erano nel 2019, circa il 60% in più.

In crescita anche i contratti co.co.co che dai dai 3.964 del 2019 sono saliti nel 2020 a quota. 9.795.

Nuovi contratti ma che per ora non abbassano l’età media del personale del Ssn che risulta in crescita: nel 2020 si è attestata a quota 49,8 anni contro i 43,5 anni del 2011.

Luciano Fassari



08 giugno 2022
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer Tabella

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy