Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 03 FEBBRAIO 2023
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Tecnici di laboratorio biomedico: “Diagnosi oncologiche più precise grazie al nostro lavoro ‘manuale’”


“Senza l’ausilio di una totale automazione dobbiamo preparare vetrini perfetti per le analisi istologiche. Va migliorata la preparazione dei professionisti anche in vista della trasformazione digitale dei laboratori” ha detto la Presidente Colonna aprendo il  XXIX Congresso Nazionale dell’Associazione AITIC a Riccione

08 NOV -

L’anatomia patologica italiana sta diventato sempre più digitale ma alla base c’è ancora il prezioso lavoro “manuale” dei tecnici dei laboratori biomedici. I vetrini sono allestiti manualmente senza poter ricorrere all’ausilio di apposite apparecchiature come avviene per altre analisi. Una figura professionale ancora misconosciuta e che necessita di essere maggiormente valorizzata all’interno del sistema sanitario nazionale.

È quanto emerge dalla prima giornata del XXIX Congresso Nazionale in Tecniche di Laboratorio Biomedico dell’AITIC Associazione Italiana Tecnici di Laboratorio biomedico che vede riuniti a Riccione, fino al 10 novembre, circa 200 specialisti provenienti da tutta Italia.

“Il nostro obiettivo primario è l’allestimento dei vetrini di istologia e citologia che vengono poi consegnati agli anatomo-patologi per le diagnosi - sottolinea Fulvia Colonna, Presidente Nazionale dell’AITIC -. Dobbiamo fornire agli specialisti un preparato eccellente per poter così dare un riscontro più preciso possibile al paziente. Ogni singolo vetrino deve essere standardizzato e rispettare alcuni parametri prestabiliti soprattutto adesso che viaggiamo verso la ‘digital pathology’ e all’intelligenza artificiale. Questo sta avvenendo soprattutto in oncologia dove è sempre più frequente il ricorso alle target therapy e la medicina di precisione. Si può arrivare alle cure personalizzate solo tramite un’accurata diagnosi istologica e quindi anche attraverso il nostro lavoro”.

Al congresso di Riccione si festeggiano inoltre i 20 anni di attività dell’AITIC. “E’ un traguardo importante per un’Associazione che negli anni è cresciuta occupandosi, in primis, della formazione e dell’aggiornamento dei colleghi che operano nei laboratori di anatomia patologica – prosegue la Presidente Colonna – rappresentiamo oltre 4.000 professionisti e siamo oggi un’ATS, Associazione Tecnico-Scientifica riconosciuta dal Ministero della Salute. Il nostro ruolo è diventato ancor più centrale nella realizzazione di raccomandazioni, position statement tecnico-metodologici e nell’indirizzo di attività e competenze professionali. Bisogna ricordare che non esistono, per noi tecnici, delle linee guida accreditate a livello nazionale come, per esempio, quelle valide per gli oncologi dell’Aiom o gli anatomo-patologi della Siapec. Con i documenti che prepariamo cerchiamo di fornire indicazioni comuni e condivise a tutti colleghi”.

“In questi ultimi 20 anni abbiamo cercato di dare un nostro contributo al miglioramento della salute del cittadino – spiega – ma come le terapie oncologiche stanno diventando sempre più mirate lo deve essere anche la nostra preparazione e formazione. Nella complessa evoluzione tecnologica dell’anatomia patologica ci vengono richieste competenze specifiche per le recenti attività da svolgere, diverse dalle di attività di routine.


Diviene fondamentale, pertanto, che i Ministeri della Salute e dell'Università e Ricerca, in condivisione con le Regioni e Società Scientifiche, producano atti e strumenti di pianificazione, attuazione e valutazione dell’impatto Formativo sia sulla Salute dei Cittadini sia nel rispetto delle specifiche Competenze professionali.

Abbiamo perciò sottoscritto – conclude Colonna – un documento in collaborazione con la Siapec-IAP, che abbiamo inviato al Ministero della Salute e al Ministero dell’Istruzione in cui indichiamo la ridefinizione degli ambiti, con modalità multi professionale dove Competenze e Responsabilità acquisite dal TSLB nel percorso formativo di base facciano seguito specifiche esigenze formative post base nel rispetto della Normativa vigente, auspichiamo che il nuovo Governo possa fare propri i nostri suggerimenti”.



08 novembre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy