Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 23 LUGLIO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Precari. Silvestro (Ipasvi): "Senza stabilizzazioni nel Ssn a rischio i livelli minimi di assistenza"

La presidente della Federazione nazionale Collegi Ipasvi commenta così le parole del ministro Patroni Griffi alla Camera circa le difficoltà di assorbimento dei 260mila precari del pubblico impiego. Di questi, 80mila sono infermieri. “È necessario fare un'attenta riflessione sulle priorità”.

06 DIC - Dopo le parole del ministro della Pubblica amministrazione, Filippo Patroni Griffi alla Camera, che ha parlato della difficoltà di stabilizzare tutti i 260mila precari del pubblico impiego, si fanno i conti all’interno della sanità pubblica italiana. Si stimano almeno 80 mila infermieri. Un dato che fa preoccupare la presidente della Federazione nazionale Collegi Ipasvi, Annalisa Silvestro.

"Posso comprendere che non si possono stabilizzare tutti, ma è necessario fare un'attenta riflessione sulle priorità”, ha commentato la presidente Ipasvi. Secondo la quale, “se non si stabilizzano i precari della sanità, si rischia di non riuscire più a garantire i livelli essenziali di assistenza. La politica deve assumersi le sue responsabilità".
 

06 dicembre 2012
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy