Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 LUGLIO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Podologi. Montesi (Aip): "Integrazione con geriatri per deospedalizzazione pazienti"

Necessario aggiornare il protocollo di intesa del 2004. Per il presidente dell’Associazione italiana podologi questa collaborazione potrebbe incentivare lo sviluppo della medicina territoriale per mezzo di studi podologici sul territorio convenzionati ed in rete con i Mmg e geriatri.

25 MAR - “Occorre che sia rinnovata e rinforzata la collaborazione e l’integrazione tra Geriatria e Podologia. Va quindi aggiornato il protocollo di intesa del 2004, alla luce delle trasformazioni in atto nella società e del progressivo invecchiamento della popolazione”. È questo l’invito lanciato da Mauro Montesi, presidente dell’Associazione italiana podologi (Aip), nel corso del convegno nazionale dei geriatri extra-ospedalieri tenutosi di recente a Napoli.

Il 70% degli anziani soffre di patologie podaliche, per Montesi è dunque necessario, da parte dei podologi, individuare forme di comunicazione e informazione verso quei geriatri, non sempre informati sull’attività del podologo, in modo da porre in evidenza l’effettiva utilità di una collaborazione operativa. Questo sarebbe importante ”anche per favorire la necessaria deospedalizzazione a favore di uno sviluppo della medicina del territorio”, ha sottolineato il presidente Aip. “Sembra assurdo, infatti - ha proseguito - che per una affezione podologica, che può essere agevolmente curata dal podologo, il paziente sia costretto all’ospedalizzazione”.


Queste le patologie di più frequente riscontro nel piede dell'anziano:
- Deformità delle dita
- Spina calcaneare
- Onicopatie
- Onicomicosi
- Metatarsalgia
- Piede Diabetico
- Malattie Reumatiche

Per dare il via a questo processo di deospedalizzazione nel trattamento di queste patologie, però, è necessario che gli studi podologici sul territorio debbano essere convenzionati ed in rete con i medici di medicina generale e con i geriatri. “A tal proposito - ha concluso Montesi - è necessario che si faccia un maggior uso delle potenzialità offerte dall’informatica”.

25 marzo 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy