Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 07 FEBBRAIO 2023
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Competenze infermieristiche. Cgil, Cisl e Uil chiedono incontro urgente con Lorenzin


L’obiettivo è arrivare all’approvazione definitiva del documento condiviso con il ministero e le Regioni. Senza lasciarsi condizionare da “alcune posizioni che strumentalizzano e descrivono situazioni ed obiettivi che il documento per l’implementazione delle competenze infermieristiche non contiene”.

26 NOV - “Preoccupano alcune posizioni che strumentalizzano e descrivono situazioni ed obiettivi che il documento sull’implementazione delle competenze infermieristiche non contiene” e “chiediamo un’incontro urgente, al fine di condividere l’iter di conclusione del percorso per l’approvazione del documento e poter avviare la definizione per le altre professioni sanitarie”. È quanto chiedono in una lettera inviata al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, i segretari nazionali di Fp Cgil Cecilia Taranto, di Cisl Fp Daniela Volpato, e di Uil Fpl Giovanni Torluccio.

Il riferimento è evidentemente alla lettera aperta con cui i dirigenti medici contestavano il documento, accusandolo di contenere “criticità oltre che sul piano dei rapporti con le altre professioni, quella medica in primis, anche sotto altri profili: normativo, giuridico, contrattuale".

Accuse rigettate dalle OO.SS., che ribadiscono come la bozza di accordo tra il Governo, le Regioni e le Province sia frutto di oltre un anno di lavoro e come la stessa tenga conto dei “reali sviluppi professionali del personale infermieristico relativamente al profilo professionale ed al disciplinare formativo".
 
La Fp Cgil, la Cisl Fp e la Uil Fpl chiedono dunque che quel lavoro arrivi a conclusione, con l’approvazione definitiva di un documento che nasce da “una palese esigenza emersa nelle Regioni per garantire con appropriatezza, efficienza e qualità, le richieste di salute della popolazione" e che "mira anche a rispondere sulla necessità di offrire servizi alla salute conformi su tutto il territorio nazionale e a contrastare il grave fenomeno sociale della migrazione sanitaria". Motivo per cui, ricordano i sindacati, “nel testo del documento è stato previsto di ricondurre le varie esperienze regionali in atto nell’alveo di una visione unitaria dell’intero sistema e, allo scopo, è stato istitutivo un osservatorio presso il ministero della Salute per favorire lo sviluppo omogeneo delle competenze professionali e promuovere e diffondere le buone pratiche”.
 

26 novembre 2013
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer Lettera

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy