Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 08 AGOSTO 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Consiglio di Stato. Specializzazione laureati non medici, le Università sono obbligate a bandire i concorsi


E' stato accolto da Palazzo Spada il ricorso dell’Anaao Assomed contro la sentenza del Tar Veneto che rigettava la richiesta di riaprire i bandi bloccati da tre anni in Veneto, Emilia Romagna, Marche, Friuli e Trentino per i laureati magistrali in biologia, chimica, fisica, farmacia e psicologia. La sentenza.

27 DIC - Saranno riaperti i bandi delle scuole di specialità per tutti i laureati magistrali in biologia, chimica, fisica, farmacia e psicologia in Veneto, Emilia Romagna, Marche, Friuli e Trentino Alto Adige.
 
È quanto stabilisce una sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso dell’Anaao Assomed contro la sentenza del Tar Veneto che rigettava la richiesta di riaprire i bandi delle scuole di specialità bloccati da tre anni.
 
“Un nuovo e fondamentale tassello si aggiunge alle vittorie del sindacato – ha spiegato l’Anaao Assomed – si correva il rischio che anche le altre regioni, oltre il Veneto, chiudessero le scuole a biologi, chimici, fisici, farmacisti e psicologi e su questa base abbiamo intentato la complessa e gravosa azione giudiziaria. Abbiamo lavorato bene, insieme ai nostri legali, e vinto”.
 
Nella sentenza il Giudice del Consiglio di Stato fa riferimento alla Legge 401/00 dove si prevedeva anche di trattamento economico e nomina il commissario in caso di inadempienza.
 
“Valuteremo le azioni ulteriori da porre in essere – ha aggiunto l’Anaao – ma esprimiamo grande soddisfazione per avere evitato il più grande dei rischi: vedere esclusi biologi, chimici, fisici, farmacisti e psicologi dalla formazione specialistica e perciò dai concorsi di accesso al Ssn”.

27 dicembre 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy