Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 20 GENNNAIO 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Previdenza. Enpam: “Da oggi tutti i medici e gli odontoiatri possono pagare i contributi a rate”

Per farlo basta accedere all’area riservata del sito dell’Ente e chiedere l’addebito diretto sul proprio conto corrente bancario. Oliveti: “Grazie alla nostra autonomia siamo riusciti a mettere questa nuova possibilità a disposizione degli iscritti”.

21 FEB - Da oggi tutti i medici e gli odontoiatri possono pagare i contributi previdenziali a rate. Per farlo basta accedere all’area riservata del sito dell'Ente e chiedere l’addebito diretto sul proprio conto corrente bancario. Il nuovo sistema comporta minori spese per gli iscritti e risparmi per l’Ente. “La rateizzazione dei contributi rappresentava un’esigenza molto sentita all’interno della categoria dei medici e degli odontoiatri – commenta il presidente della Fondazione Enpam Alberto Oliveti –.  Grazie alla nostra autonomia siamo riusciti a mettere questa nuova possibilità a disposizione degli iscritti”.

Chi farà richiesta entro il 15 marzo potrà beneficiare della domiciliazione già per i contributi di Quota A del 2014 (il termine è il 28 febbraio per chi aveva già la domiciliazione con Equitalia).

La scelta dell’addebito automatico tramite banca permette di risparmiare sui costi: per ogni operazione si pagherà meno di 50 centesimi (contro circa un euro di chi pagherà con i bollettini Mav). Inoltre, non essendo prevista l’emissione di bollettini di carta, si ridurranno le spese postali e si eliminerà ogni rischio legato al mancato o tardivo recapito. Infatti, una volta attivato l’addebito diretto, i contributi dovuti saranno riscossi l’ultimo giorno utile, senza il rischio di incorrere in sanzioni.



Nel dettaglio

Il modulo online offre le seguenti possibilità:

Quota A: contributo minimo annuale
•    Pagamento in quattro rate senza interessi (30 aprile, 30 giugno, 30 settembre, 30 novembre)
•    Pagamento in unica soluzione

Quota B: contributi sulla libera professione
•    Pagamento in cinque rate (31 ottobre, 31 dicembre, 28 febbraio*, 30 aprile*, 30 giugno*)
•    Pagamento in due rate senza interessi (31 ottobre, 31 dicembre)
•    Pagamento in unica soluzione

*Le rate che scadono entro l’anno sono senza interessi mentre quelle che scadono l’anno successivo sono maggiorate del solo interesse legale, che attualmente corrisponde all’1 per cento annuo.

Deduzione fiscale più semplice

La domiciliazione bancaria rende anche più semplice risparmiare sulle tasse. Al momento della dichiarazione dei redditi, infatti, non sarà più necessario portare al commercialista tutte le ricevute dei bollettini ma basterà scaricare una semplice certificazione fiscale dalla propria area riservata nel sito internet dell’Enpam. In quel documento sarà riportato l’importo dei contributi deducibili dal reddito (con un risparmio che può arrivare a oltre il 45 per cento, considerando Irpef e addizionali locali).
 
 
Chi sceglie la domiciliazione bancaria entro il 15 marzo 2014
 
Quota A: pagamento con addebito su conto corrente bancario partirà già nel 2014 (a scelta: in quattro rate con scadenza 30 aprile, 30 giugno, 30 settembre e 30 novembre, oppure in unica soluzione)
 
Quota B: pagamento con addebito su conto corrente bancario 
(a scelta: in unica soluzione, in due o cinque rate)
 
Chi sceglie la domiciliazione bancaria dopo il 15 marzo 2014
 
Quota A: per il 2014 il pagamento andrà fatto con bollettino Mav (quattro rate con scadenza 30 aprile, 30 giugno, 30 settembre e 30 novembre, oppure in unica soluzione); dal 2015 partirà l’addebito diretto su conto corrente)
 
Quota B: pagamento con addebito su conto corrente bancario già a partire dal 2014

21 febbraio 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy