Quotidiano on line
di informazione sanitaria
25 SETTEMBRE 2016
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Tecnici di Radiologia Medica. Un tour per l’Italia per spiegare ruoli e responsabilità dell’attività radiologica

Dopo Vicenza e Reggio Emilia, il tour della Federazione Nazionale dei Collegi Professionali dei Tecnici di Radiologia Medica toccherà Catania (14 giugno). Tappe già fissate anche a Reggio Emilia, Potenza, Firenze, Ancona, Catanzaro e Cagliari. Al centro dei dibattiti anche i casi di Marlia e Barga.

03 GIU - Una serie di seminari organizzati dalla Federazione Nazionale dei Collegi Professionali dei Tecnici di Radiologia Medica (FNCPTSRM) sta attraversando il Paese, da nord a sud. Obiettivo: illustrare, argomentare, spiegare l’utilità e l’importanza del documento dedicato al Management della erogazione delle prestazioni di diagnostica per immagini.

Il terzo appuntamento si avvicina, quello di Catania, fissato per il 14 Giugno, che fa seguito al seminario di Vicenza (in concomitanza con i congresso Medit, 11 Aprile scorso) e a quello di Reggio Emilia (10 Maggio). L'elenco dei seminari, che si concluderà il prossimo autunno, ha come tappe già fissate anche Potenza (21 Giugno), Firenze (28 Giugno) quindi dopo la pausa estiva Ancona (13 Settembre), Catanzaro (27 Settembre), Cagliari (4 Ottobre) e Milano (11 ottobre).

I seminari sono gemelli e in ogni convegno saranno i membri del Comitato Centrale della FNCPTSRM  ad aprire i lavori e a moderarli: Alessandro Beux, Presidente della Federazione ed il Vicepresidente Massimiliano Sabatino, con loro Giuseppe Brancato, Fausto Facchini, Sergio Borrelli, Teresa CalandraRolando Ferrante, oltre a Dino Barbera, Coordinatore della componente TSRM dei tavoli paritetici d'area radiologica; partecipano attivamente anche i membri della Società Italiana di Radiologia Medica (SIRM), dell'Associazione Italiana di Fisica Medica (AIFM), dell'Associazione Italiana di Medicina Nucleare ed Imaging Molecolare (AIMN) e dell'Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica (AIRO). Ad ogni evento si cercherà in particolare di rappresentare gli elementi di spicco a carattere regionale delle Associazioni dei medici radiologici (maggiori informazioni sul sito TSRM Eventi: http://www.tsrm-eventi.it/home.asp).


Questi appuntamenti hanno nel documento del 17 Dicembre, Management della erogazione delle prestazioni di diagnostica per immagini, e da un paio di settimana in quello relativo alle prestazioni di radioterapia, la loro ragion d'essere. “E' proprio con l'intento di illustrare, argomentare, rendere evidente l'utilità, soprattutto del primo, e generare dibattito a riguardo che nasce l'idea dei seminari", spiega la Federazione. "Bisogna riconoscere come il documento abbia generato una vivace discussione all'interno della Federazione: da una parte c'è chi ne riconosce le numerose potenzialità, dall'altro chi lo critica, forse, non riuscendo a coglierne la reale portata. Il documento fu siglato sotto l'egida dell'allora sottosegretario del Ministro Lorenzin, Paolo Fadda, e produsse l'intesa fra tutte le rappresentanze professionali, scientifiche e sindacali (medici radiologi, fisici medici, TSRM) dell'area radiologica".


"In questa intesa - prosegue la Federazione - si trovò il giusto equilibrio tra la valorizzazione del ruolo e dell'autonomo apporto professionale del laureato TSRM con la responsabilità del medico radiologo, mai messa in discussione, nella convinzione che ormai la sanità è plurale nell'intervento dei professionisti "produttori di salute". Non si tratta  quindi di difendere desueti steccati fra le singole identità professionali, ma anzi, ribadire che l'attività radiologica (sia diagnostica che radioterapica) necessita di un approccio multidisciplinare nel quale medici, fisici e tecnici, pur con le proprie competenze e autonomie, sono chiamati a collaborare seguendo percorsi condivisi. A margine della sottoscrizione il sottosegretario Fadda , a nome anche del Ministro Lorenzin, dichiarò come 'Il documento contribuisce ad avviare un processo di chiarezza nei ruoli e nelle responsabilità dei diversi attori (medici radiologi, fisici medici e tecnici sanitari di radiologia medica) rispondendo così alle esigenze formulate dalle Regioni anche dopo i recenti casi di intervento della Magistratura'", ricorda la Federazione. Il riferimento è al caso di Marlia, località della provincia di Lucca, frazione del comune di Capannori, che vede due TSRM citati in giudizio (e con loro il direttore sanitario ed il primario della struttura, una casa della salute dell'ASL 2 lucchese, nel quale sono state erogate le prestazioni) per aver operato, questa l'accusa, in assenza del medico radiologo, e all'omologo caso di Barga, anch'esso nel lucchese, che vede però citati ben dodici TSRM.

Ma è sul primo, su Marlia, che al momento si concentra l'attenzione dei tecnici di radiologia, essendo l'iter processuale maggiormente avanzato ed essendo anche quello maggiormente dibattuto dagli elementi dell'area nelle sedi e negli eventi preposti. "I casi sono emblematici e rischiano di mettere in paralisi l'intero sistema sanitario, nel quale l'area radiologica è oramai un passaggio soventemente obbligato ed ormai strategico, perché la presenza costante del medico radiologo potrebbe essere difficile da applicare nel concreto alla luce della pratica consueta che vediamo svolgersi nelle strutture sanitarie, dove, in determinate occasioni, è possibile una giustificazione standardizzata di quelle indagini che, nel tempo, hanno dimostrato la oro efficacia nei confronti di uno o più quesiti clinici, sulla base di protocolli concordati tra i diversi attori dell'area radiologica (medici, fisici, tecnici) il tutto ovviamente nel rispetto delle direttive ministeriali, regionali ed europee in particolare la direttiva Euratom", spiega ancora la Federazione.

I seminari si rivelano dunque occasione di discussione sull'avanzamento in corso degli accordi tra i TSRM e le altre rappresentanze professionali, scientifiche e sindacali dell'area radiologica: l'ultimo è l'intesa raggiunta fra FNCTSRM, AIRO, AIFM ed AITRO, mentre è in realizzazione l'analoga intesa sulla medicina nucleare: ed è anche di questo si dibatterà nel corso degli incontri.

A ogni dibattito, che ha una durata di circa quattro ore, è possibile iscriversi gratuitamente compilando un apposito form.
 
Il documento del Dicembre 2013, l'avanzamento dei casi Marlia (Aprile 2013) e Barga (Luglio 2013), l'accordo di questo mese con i radioterapisti ed i medici fisici, saranno dunque gli argomenti di discussione e di confronto maggiormente pregnanti nell'appuntamento di Catania, ma anche, alla luce di quanto si è visto e sentito nei due seminari passati, il processo di valorizzazione delle professioni sanitarie che Ministero e Regioni hanno intrapreso a partire dal Dicembre 2011, che vede il TSRM del 2014 coinvolto in primissima linea ed in primissima persona, nel quale è stata siglata l'intesa sulle competenze avanzate e specialistiche, definite esemplare ed un modello per le altre professioni sanitarie.

Lorenzo Proia

03 giugno 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy