Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 14 DICEMBRE 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Enpam. Snami Lombardia: "Auspicabile che 'Fondo Sanità' abbia una vita propria"

Questo l'auspicio di Roberto Carlo Rossi, Presidente Snami Lombardia. Nel corso del 3°Congresso regionale, Rossi ha palesato l'opportunità di una sede propria e del personale proprio del ‘Fondo Sanità’, del tutto separato da Enpam. "Il fondo complementare non dovrebbe neanche essere finanziato da Enpam".

16 GIU - Si è concluso ieri il III Congresso Regionale del Sindacato nazionale autonomo dei medici italiani, tenutosi a Como, nel quale il Presidente di Snami Lombardia, Roberto Carlo Rossi, ha espresso le proprie critiche sul nuovo Codice Deontologico e sul nuovo Giuramento professionale, in via di approvazione, partoriti dalla Federazione nazionale dell’Ordine dei Medici (Fnomceo).

“Un giuramento – ha detto il Presidente di Snami Lombardia - ove il medico non deve avere particolari doti morali al di fuori della sua professione e deve eseguire sempre e comunque i diktat provenienti dai funzionari e dai Giudici anche quando sono palesemente in contrasto con le norme deontologiche stesse”. “La sanità lombarda – ha aggiunto Roberto Carlo Rossi- sta attraversando un periodo di forti turbolenze, con posizioni molto diverse tra le forze dio maggiornaza. I saggi elaborano documenti di grande complessità che richiederebbero molti fondi per essere messi in pratica. Ma tra di loro non c’è nessun esperto di territorio! E si potrebbe continuare a lungo. Insomma molte idee e molto confuse”.

Domenica, in una tavola rotonda, sono stati affrontati i problemi del rapporto tra professione medica e previdenza, alla luce dei cambiamenti intervenuti con la riforma dell’Enpam, a partire dall'imprescindibile necessità di assoluta trasparenza relativamente alla gestione del patrimonio di beni mobili e immobiliari dell’Ente previdenziale di categoria. Sono stati ricordati numerosi esempi di ritardi o rifiuti di chiarimenti e di informazioni che alimentano la sfiducia dei medici (anche dei più giovani, che invece dovrebbero preoccuparsi di previdenza fin dall'inizio della loro professione) nei confronti del proprio ente pensionistico. Ed è stata inoltre ribadita la necessità di ridurre le spese eccessive che caratterizzano la gestione dell'Enpam.

Roberto Carlo Rossi, a nome dello Snami Lombardia, ha ribadito che: “Chi gestisce dei fondi pensionistici ha l'obbligo morale di considerare che i denari amministrati rappresentano la vita lavorativa dei medici, con tutte le fatiche e i sacrifici connessi”. Il presidente dello Snami Lombardia si è inoltre dichiarato contrario alla commistione attualmente presente tra Enpam e ‘Fondo Sanità’ e ha affermato che: “Sempre per una questione di trasparenza, sarebbe auspicabile che il fondo complementare avesse una vita propria: una sede propria, personale proprio e non fosse neanche in parte finanziato da Enpam”. 

16 giugno 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy