Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 06 FEBBRAIO 2023
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Test accesso in medicina generale. Fimmg Roma: "Denunce su irregolarità sono strumentali". Sigm: "Vogliono screditarci"


La Federazione romana dei medici di medicina generale attacca: "Disservizi segnalati ben tre ore prima dell'inizio delle prove. E' manovra per preparare terreno ad azioni legali". Pronta la replica dei Giovani Medici: "Tutto falso, è in atto tentativo di dissimulazione per screditare la nostra associazione".

09 OTT - Prosegue la polemica sulle presunte irregolarità relative allo svolgimento delle prove per l’accesso ai corsi regionali di formazione di medicina generale. Il Segretariato italiano dei giovani medici (Sigm) denuncia, tramite una lettera aperta, “un ulteriore maldestro tentativo di dissimulazione, finalizzato esclusivamente a screditare la nostra associazione, che delle segnalazioni dei colleghi si è fatta carico, portandole concretamente all’attenzione delle istituzioni, dopo averle ricevute ed averne fatto una doverosa verifica dell’attendibilità”.

La Fimmg Roma, infatti, accusa i Giovani Medici di "aver segnalato i disservizi ben tre ore prima dell'inizio delle prove, dandole già per avviate e concluse fin dalle prime ore della mattina del 17". Secondo i medici capitolini da giorni "aleggiano tra gli addetti ai lavori voci su di una manovra generale organizzata per preparare il terreno a possibili azioni legali, sulla falsa riga dei i test di accesso alla facoltà di medicina, dove il tar in alcune regioni ha autorizzato l'accesso a tutti".

I Govani Medici replicano, rimandando “al mittente le illazioni su una ipotesi di manovra organizzata” e diffidano “i responsabili di tali affermazioni dal perseverare nel tentativo di diffamare il buon nome di un’associazione, che si spende per la tutela dei diritti della categoria, non temendo di denunciare con coraggio qualsiasi disservizio o presunta irregolarità ai danni dei giovani medici”. E, in relazione alla dinamica contestata, spiegano: "L'accusa che ci verrebbe mossa è del tutto infondata per la seguente ragione: il post a cui si fa riferimento in maniera strumentale riporta un orario antecedente all’inizio delle prove in quanto, nel pomeriggio del 17 settembre 2014, nel registrare e nel ricevere copiose le segnalazioni dei candidati, è stato semplicemente modificato per praticità un post di in bocca al lupo agli aspiranti medici di medicina generale che si accingevano in quella giornata a cimentarsi nelle prove di concorso".
 
 

09 ottobre 2014
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy