Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 18 GIUGNO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Standard ospedalieri. Simeu a Lorenzin: “No a primari in Medicina d'Urgenza che non hanno mai lavorato in Pronto soccorso”

In una lettera la Società di Emergenza Urgenza rileva come con il nuovo Regolamento vi è il "problema della presenza degli specialisti di emergenza-urgenza nelle strutture di Medicina d'urgenza così come disegnate”. Inoltre “con l'attuale numero di posti in specialità non è ancora garantita la copertura del fabbisogno di medici di emergenza nei pronto soccorso italiani”. LA LETTERA

08 LUG - "Rileviamo con preoccupazione due problematiche critiche relative al governo e al presidio delle articolazioni organizzative previste dal DM n.70 (Regolamento standard ospedalieri) per le SSCC di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza – MCAU: - l’attuale normativa per la selezione dei Direttori (Primari) di MCAU consente l’accesso anche a professionisti che non hanno mai svolto attività in PS e penalizza professionisti con oltre 10 anni di servizio in PS, ma non in possesso di specializzazione”. È quanto denuncia in una lettera inviata al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il presidente della Simeu, Gian Alfonso Cibinel. Nella missiva si chiede di porre “rimedio a tale stortura considerando condizione necessaria per l’accesso alle selezioni un’anzianità di almeno 7 anni di servizio in PS/DEA e condizione sufficiente un’anzianità di servizio di almeno 10 anni in PS/DEA, indipendentemente dalla disciplina in cui è stata maturata l’anzianità”.

 
Inoltre la Simeu parla anche di fabbisogno professionale. “Il recente DM sulla “Assegnazione dei contratti di formazione specialistica per l’a.a. 2014/15” copre solo il 32,8% del fabbisogno per la MCAU (101 su 308), a fronte di una copertura media del 74,3%: chiediamo che il numero di contratti di formazione specialistica attribuiti alla MEU Medicina di Emergenza Urgenza) sia incrementato almeno al livello di copertura media del fabbisogno, fin dal prossimo a.a”. Aspetto che preoccupa molto Simeu soprattutto nei periodi di massimo afflusso di pazienti, come quello invernale per l'influenza, ma anche quello estivo per il caldo, soprattutto se straordinario come quello dell'estate in corso.

08 luglio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy