Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 10 DICEMBRE 2016
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

730 precompilato. Se il cittadino non vuole comunicare le sue spese sanitarie. Ecco le regole del Garante della privacy per medici, operatori sanitari e farmacisti

Il Garante della Privacy ricorda che i cittadini possono consultare le prestazioni sanitarie inviate all’Agenzia delle Entrate e come, soprattutto, possano comunicare il loro diniego alla trasmissione dei dati. E per questo ricorda che “è essenziale l’informazione di tutti i soggetti coinvolti per sciogliere eventuali dubbi applicativi e garantire la libera scelta di ciascuno”. LA NOTA

26 GEN - Sul 730 precompilato e le spese sanitarie interviene il Garante della privacy che a seguito di numerose richieste di chiarimenti sul sistema ha deciso di scrivere a medici e farmacie ricordando che per rendere “più efficace il funzionamento del quadro di garanzia per il cittadino è essenziale l’informazione di tutti i soggetti coinvolti per sciogliere eventuali dubbi applicativi e garantire la libera scelta di ciascuno”. E per questo invita i professionisti a “dare la massima diffusione dei contenuti della nota”.
 
Nella missiva il Garante ricorda che l’assistito può chiedere, a chi eroga il servizio sanitario, di non trasmettere i dati della singola spesa al Mef o, ove già trasmessi, ottenere la cancellazione anche di singole spese. A questo scopo per le spese sostenute, a partire dal 1 gennaio 2016, l’assistito può opporsi alla trasmissione dei dati al momento dell’erogazione della prestazione chiedendo oralmente al medico o alla struttura sanitaria, l’annotazione dell’opposizione sul documento fiscale.
 
Per l’anno d’imposta 2015, l’opposizione dell’assistito può essere esercitata fino al 31 gennaio 2016 richiedendo all’Agenzia delle Entrate la cancellazione di una o più macro tipologie di spesa. Inoltre, dal 10 febbraio al 9 marzo per il 2016 e dal 1 al 28 febbraio per gli anni a venire successivi a quelli d’imposta l’assistito potrà consultare tramite l’area personale del sistema Tessera sanitaria l’elenco delle spese sanitarie trasmessi e opporsi alla messa a disposizione anche di singole spese all’Agenzia. 

26 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy