Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 02 FEBBRAIO 2023
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Campania. Le ostetriche a De Luca: “Istituire una task force su percorso nascita”


Le ostetriche italiane chiedono di essere protagoniste nel disegnare i nuovi modelli di assistenza in area materno infantile promuovendo attraverso una reale integrazione territorio-ospedale la continuità delle cure, ponendosi con competenza al fianco delle donne e creando con esse una vera e propria alleanza.

08 FEB - “Una TASK FORCE con le ostetriche all’interno del Percorso nascita regionale per definire precisi percorsi integrati diagnostico terapeutici assistenziali, rivolti alla gestione della gravidanza, parto, puerperio e allattamento per migliorare la sicurezza dell’assistenza alle mamme e ai neonati, alla luce delle Linee guida nazionali e internazionali”. È quello che chiede la presidente della Federazione nazione delle ostetriche (FNCO) Maria Vicario che ha scritto al presidente Vincenzo De Luca e al commissario Polimeni, con la richiesta “di avviare una fattiva collaborazione fra la Federazione e i collegi delle ostetriche della regione Campania, al fine di monitorare il fenomeno che vede questa regione come “maglia nera” in Italia con il suo 60% di Tagli cesarei, che in alcune strutture private e convenzionate, arriva anche al 97%.

“E’ ormai assodato – prosegue la nota - , dagli studi clinici internazionali, che la mortalità delle donne sottoposte a TC elettivo è circa 4 volte superiore a quella delle donne che partoriscono per via vaginale e le principali cause di morte sono: emorragia, sepsi, embolia polmonare e problemi anestesiologici. Mentre la morbosità (endometrite, anemia severa, infezioni delle vie urinarie, trombo embolie) è di circa 8 volte superiore nelle donne sottoposte a TC elettivo. Nel neonato invece la patologia respiratoria neonatale (RDS) dopo un TC elettivo a 37 settimane di gravidanza, è di 4 volte superiore a quella che insorge dopo una nascita spontanea. Le ostetriche italiane chiedono di essere protagoniste nel disegnare i nuovi modelli di assistenza in area materno infantile promuovendo attraverso una reale integrazione territorio-ospedale la continuità delle cure, ponendosi con competenza al fianco delle donne e creando con esse una vera e propria alleanza. La Federazione delle ostetriche italiane, per voce della sua presidente, si dice fermamente convinta che l’impegno del Governatore della Campania De Luca e del Commissario Straordinario, Polimeni, nel processo di de-medicalizzazione della nascita, saranno diretti, anche, a valorizzare il ruolo e la funzione dell’ostetrica per un minor ricorso al TC inappropriato, la minor incidenza di morbilità materno fetale, per minor ricorso a overtreatment ed una maggiore compliance della gestante”.

08 febbraio 2016
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy