Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 24 AGOSTO 2016
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Appropriatezza e sciopero. 'Apertura' della Cisl Medici: “Positiva convocazione Ministro. Aperti a possibile revoca”

Il segretario Papotto plaude agli esiti del confronto tra Regioni, Governo e Fnomceo sul decreto sui limiti prescrittivi per l’erogabilità a carico del Ssn e alla convocazione dei sindacati da parte del Ministro. E poi apre: “A conclusione incontro, se saranno raggiunti rimane aperta  possibilità di poter rientrare dal proclamato sciopero”.

15 FEB - “Siamo soddisfatti della decisione del Ministro Lorenzin di ascoltare le ragioni che muoveranno le OO.SS. allo sciopero di metà marzo che segue quello del 16 dicembre 2015 e siamo senza alcun dubbio altrettanto soddisfatti della diretta convocazione di tutte le sigle senza l’intermediazione della Fnomceo”. Così Biagio Papotto, segretario Generale Cisl Medici plaude agli esiti del primo confronto sul decreto appropriatezza tra Governo, Regioni e Ordine cui è seguita la convocazione dei sindacati (che in prima battuta non avevano preso parte alla riunione) del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin anche e soprattutto per discutere della Vertenza Salute in atto con lo sciopero di 48 ore indetto dai camici bianchi per il 17 e 18 marzo che si avvicina.
 
Ma proprio in questo senso la Cisl Medici apre alla concertazione. “E’ stata scontata la diserzione dell’incontro sul DM appropriatezza – rileva Papotto - , il Ministro non può avvalersi di atti di semplificazione che inevitabilmente conducono alla spaccatura con tutti i sindacati, i quali in forza del peculiare sacrificio dei propri iscritti intendono essere ascoltati senza che altre Federazioni siedano al tavolo di trattative in cui si sia già firmatari. Chiarito senza fraintendimenti questo punto fondamentale, ci sembra giusto, anzi saggio, ritenere che la sospensione delle sanzioni ai medici in attesa di un nuovo Accordo in Stato Regioni che dovranno produrre modifiche al decreto e nel contempo produrre una informativa a tutta la popolazione sconfessando definitivamente la ricorsa al tanto vituperato superticket”.

 
“Le criticità emerse successivamente alla pubblicazione del D.M. 9 dicembre 2015 sull'appropriatezza prescrittiva – ha continuato Papotto - hanno prodotto insoddisfazione nella classe medica che si avvarrà dell’incontro del giorno 18 c.m. con il Ministro per formulare i convincimenti utili ad eliminare ogni criticità attuativa senza che venga meno “la massima appropriatezza di tutte le prestazioni sanitarie erogate dal SSN, sia in regime di ricovero, sia in regime ambulatoriale, sia nelle cure primarie, comprese le indagine diagnostiche. Noi che siamo abituati a parlare anche al cuore delle persone vorremmo con la nostra presenza sollecitare e formalizzare una volta per tutte la necessità di tranquillizzare tutti quegli utenti affetti da malattie croniche e tutti gli invalidi che saranno e continueranno ad essere salvaguardati dalle leggi attuali, inoltre creando attraverso canali di comunicazione la comprensione del D.M., avendo cura altresì di far comprendere agli attori dell’attuale Governo e a quanti si avvicenderanno, che ogni risparmio dovrà essere reinvestito nella sanità pubblica. Speriamo che l’incontro con il Ministro di giorno 18 febbraio – conclude Papotto - sia foriero di chiarimenti utili all’abbattimento di quelle criticità e che quindi garantiscano serenità nel lavoro dei medici, fiducia dei cittadini nell’SSN e risparmio dalla razionale applicazione del D.M”.
 
 
A conclusione dell’incontro – sottolinea infine - rimane aperta la possibilità di poter rientrare dal proclamato sciopero di marzo se saranno raggiunti gli idonei accordi”.

15 febbraio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy