Quotidiano on line
di informazione sanitaria
21 LUGLIO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Medici e aziende farmaceutiche. Testa (Snami): “Temo si scateni la caccia alle streghe”

"Potrebbe scatenarsi un percorso di "caccia alle streghe" di una certa parte pubblica che non sa gestire e governare, nel cercare a tutti i costi di voler dimostrare che a determinate prescrizioni debbano necessariamente corrispondere rapporti con le case farmaceutiche", questa la preoccupazione del presidente nazionale dello Snami in merito all'annunciata pubblicazione sui siti web delle aziende dei loro rapporti economici con i medici.

12 APR - Lo Snami, per voce del suo presidente, ha voluto commentare l’operazione trasparenza che vedrà da giugno di quest’anno online i nomi dei medici e i relativi importi delle loro consulenze pubblicati sui siti delle aziende. Lo stesso per i dati sulla partecipazione ai convegni e gli emolumenti ricevuti dagli specialisti per consulenze ad eventi, oltre ai nomi di ospedali ed enti pubblici sovvenzionati per progetti di ricerca.

 "Di fatto l’Italia aderisce - afferma Angelo Testa, presidente nazionale dello Snami - al nuovo Codice di trasparenza voluto dalla Federazione europea industrie ed associazioni farmaceutiche che sarà applicato da giugno nei 33 paesi europei aderenti. Di questo siamo soddisfatti perché i rapporti economici tra medici e aziende deve essere chiaro e non ci devono essere zone d’ombra".

"E’ ovvio che sia importante - prosegue il presidente dello Snami - che a nomi, aziende ed importi siano aggregati delle motivazioni di tali trasferimenti di denaro che serve per lo più per la formazione medica, che è obbligatoria e che lo stato non è in grado di finanziare".


"Temo purtroppo - conclude Angelo Testa - che, secondo un andazzo tutto Italiano, potrebbe scatenarsi un percorso di "caccia alle streghe" di una certa parte pubblica che non sa gestire e governare, nel cercare a tutti i costi di voler dimostrare che a determinate prescrizioni debbano necessariamente corrispondere rapporti con le case farmaceutiche e, viceversa, che qualsiasi collaborazione con l’industria farmaceutica debba necessariamente nascondere qualcosa di losco".
 
Lorenzo Proia

12 aprile 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy