Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 22 LUGLIO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Caso San Camillo. Panti (Omceo Firenze): “Polemiche pretestuose”

Il presidente dell’Ordine die medici fiorentino prende posizione in una lettera inviata alla Fnomceo e ai colleghi presidenti provinciali: “Le Regioni e le ASL hanno l'obbligo di garantire alle donne l'esercizio di questo diritto adottando gli opportuni provvedimenti relativi all'assunzione di personale medico”.

27 FEB - Cari Colleghi,
abbiamo assistito in questi giorni alla ripresa di una polemica sulla legge 194/98 che credevamo risolta. Ricordo che l'obiezione di coscienza dei medici relativamente alla interruzione volontaria di gravidanza è  prevista anche dal vigente Codice Deontologico che tuttavia precisa come questa "si esprime nell'ambito e nei limiti dell'ordinamento e non esime il medico dagli obblighi e dai doveri inerenti la relazione di cura nei confronti della donna".
 
Il diritto della donna di fruire di una normativa che, inoltre, ha condotto a una drastica riduzione del numero delle interruzioni volontarie nel nostro paese, può esercitarsi, ai sensi della predetta legge 194, solo e soltanto nelle strutture del servizio sanitario pubblico.
 
Pertanto le Regioni e le ASL hanno l'obbligo di garantire alle donne l'esercizio di questo diritto adottando gli opportuni provvedimenti relativi all'assunzione di personale medico, pur nel rispetto della libertà di coscienza dei singoli.
 
E' obbligo etico e deontologico evitare il riaccendersi di pretestuose polemiche col rischio di veder riaffiorare il dramma dell'aborto clandestino.

 
Dr. Antonio Panti
Presidente dell'Ordine dei Medici di Firenze
 

27 febbraio 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy