Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 18 FEBBRAIO 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Trasparenza stato patrimoniale medici, Smi: “La decisione dell’Anac sarà un boomerang”

Lo Smi contesta la decisione dell’anti-corruzione sulla trasparenza dello stato patrimoniale dei medici. Il vice segretario nazionale del Sindacato Medici Italiani e vice presidente di FVM, Mirella Triozzi, è convinta che "puntando al controllo di tutti si finirà per non controllare nessuno".

27 MAR - “È sbagliata e si rivelerà un boomerang”. Così Mirella Triozzi, vice segretario nazionale del Sindacato Medici Italiani e vice presidente di FVM, Federazione Veterinari e Medici, commenta la decisione dell'Autorità Anticorruzione di estendere a tutti i medici del Ssn l'obbligo di pubblicare il proprio stato patrimoniale, anche a quelli che non hanno alcuna responsabilità gestionale nelle aziende sanitarie, cioè che non si occupano di commesse, gare, e di contrattare soggetti esterni al SSN.

“Avrà come conseguenza – ha aggiunto Triozzi - che le verifiche saranno più difficili. Sì perché il senso della legge è accertare se ci sono irregolarità, non mettere alla berlina i guadagni legittimi di migliaia di professionisti. Insomma, l'Anac interpreta la legge, forse per la pressione dell'opinione pubblica, e facendo anche dietrofront rispetto a un suo precedente orientamento, con l'intenzione di garantire trasparenza, ma otterrà un solo risultato: tutti controllati, nessuno controllato. Il problema della trasparenza nella pubblica amministrazione – ha continuato - non sono i dati patrimoniali ufficiali e pubblicabili, ma ciò che è occulto e occultato quando proveniente da illeciti, da fatti corruttivi, etc. La pubblicazione dei dati patrimoniali potrà adombrare dubbi ma risulta assolutamente inefficace nel perseguire comportamenti illeciti".
 
"Non solo – ha concluso Triozzi - l'Anac esonera da questa decisione i medici che operano nelle strutture universitarie come se quel settore del Ssn fosse immune da possibili irregolarità. Riassumendo: una decisione confusa e ingiusta, con figli e figliastri".

 
 

 

27 marzo 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy