Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 17 SETTEMBRE 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Specializzazioni. Prada (Andi): “Agli odontoiatri gli stessi diritti degli altri medici”

“Pari opportunità per gli specializzandi nelle branche odontoiatriche”: è questo l’appello lanciato dall’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (Andi) che, appoggiando la posizione di Fnomceo e Cao, chiede che tutti i colleghi medici abbiano gli stessi diritti a cominciare dalla retribuzione durante il percorso formativo”

05 SET - “Come Sindacato più rappresentativo del settore ci schieriamo con Fnomceo e Cao nel sostenere la necessità che medici ed odontoiatri abbiamo le stesse opportunità in tema di formazione”. A dirlo è Gianfranco Prada, presidente dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (Andi), che rappresenta oltre 24 mila dentisti dei 43 mila esercenti.
 
“Andi – ha aggiunto Prada – ha svolto un ruolo centrale nell’attivazione delle scuole di specializzazione in area odontoiatrica. Ora chiediamo che gli specializzandi nelle branche odontoiatriche previste abbiano gli stessi diritti ed opportunità dei colleghi medici, a cominciare dalla retribuzione durante il percorso formativo”.
 
Altro aspetto su cui Andi da tempo si batte è la norma che impone a chi vuole accedere ai concorsi del Sistema Sanitario Nazionale di avere un diploma di specializzazione: “lo Stato – ha spiegato ancora Prada – richiede ai dentisti che lavorano nel Servizio Sanitario Nazionale la specializzazione, ma a differenza dei colleghi medici, la formazione per ottenere quella specializzazione deve essere pagata dallo studente”.

 
“Obbligo che sta allontanando gli odontoiatri dagli ambulatori pubblici ed a breve porterà l’impossibilità per il Servizio Sanitario Nazionale di trovare dentisti specializzati con i titoli necessari per lavorare nelle strutture ospedaliere, con gravi ripercussioni per la salute orale dei cittadini – ha concluso Prada - già penalizzata da un Ssn che offre cure odontoiatriche sempre più limitatamente ed a macchia di leopardo sul territorio nazionale”.
 
Questi, dunque, i motivi per cui Andi sostiene le iniziative che Fnomceo e Cao nazionale stanno attivando per sensibilizzare Miur e Ministero della Salute sul tema.

05 settembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy