Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 12 AGOSTO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Cure palliative. I medici con il Papa, ma per garantirle effettivamente servono “più strutture e servizi”


Dal XXIV Congresso di Cure Palliative, appena concluso a Riccione, i presidenti della Sicp, Italo Penco, e della Fcp, Luca Moroni, richiamano le recenti parole del Papa sul fine vita e chiedono “l’allocazione di risorse umane, finanziarie e formative al fine di garantire la presenza di Cure Palliative efficaci in tutte le Regioni”. E auspicano “a livello di governo nazionale e regionale” gli atti deliberativi “necessari per raggiungere questo indifferibile traguardo”.

20 NOV - Nel suo recente messaggio al presidente della Pontificia Accademia per la Vita il Papa ha detto che “è moralmente lecito rinunciare all’applicazione di mezzi terapeutici, o sospenderli, quando il loro impiego non corrisponda a quel criterio etico e umanistico che verrà in seguito definito proporzionalità delle cure”.
 
Parole sulle quali i presidenti della Società di Cure Palliative (Sicp) e dalla Federazione di Cure Palliative (Fpc), Italo Penco e Luca Moroni, esprimono “forte apprezzamento”. “L’orientamento etico, integrato con il rispetto per l’autodeterminazione della persona malata - spiegano infatti in una nota congiunta -, rappresentano da sempre il fondamento etico delle Cure Palliative”, che “proprio al tema delle scelte, infatti, hanno dedicato il XXIV Congresso che si è concluso sabato a Riccione”.

Per Penco e Moroni, però, “per far sì che questo approccio di cura possa essere realmente applicato in tutte le malattie oncologiche e non oncologiche, in tutte le età e in tutti gli ambienti di cura (domicilio, Hospice, Ospedale, Residenze sanitarie per anziani e malati fragili ecc.) occorre un potenziamento dei Servizi di Cure Palliative esistenti o la loro costituzione nelle non poche aree del paese in cui sono assenti.
 
Questo implica l’allocazione di risorse umane, finanziarie e formative al fine di garantire la presenza di Cure Palliative efficaci in tutte le Regioni italiane; si auspica pertanto che a livello di governo nazionale e regionale vengano tempestivamente adottati gli atti deliberativi necessari per raggiungere questo indifferibile traguardo, peraltro già previsto nella Legge 38/10, che ha normato lo sviluppo delle Cure Palliative, e nei successivi Accordi Stato-Regioni”.

“In linea con l’impianto etico che guida l’accompagnamento palliativo alle fasi avanzate e terminali di malattia”, Penco e Moroni auspicano, infine, “una sollecita approvazione parlamentare del Disegno di Legge sul consenso informato, sulla pianificazione anticipata delle cure e sulle DAT (Disposizioni Anticipate di Trattamento)”.

20 novembre 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy