Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 21 SETTEMBRE 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Ddl Stabilità. Passa a cinque anni la precrizione del diritto al risarcimento per i medici ex specializzandi

“Tagliato il diritto di molti medici le cui cause sono ancora in corso". A dare l’annuncio la Fp Cgil Medici: "Si annulla così anche la sentenza della Cassazione (17350/11), che fissava a dieci anni la prescrizione per il risarcimento della mancata retribuzione degli specializzandi negli anni 1983-1991”. I medici perderanno in media oltre 40mila euro

20 OTT - “Un altro provvedimento che colpisce i diritti dei medici migliaia di colleghe e colleghi, le cui cause sono ancora in corso, e che in questo modo perderebbero in media oltre 40milaeuro”. È duro il commento di Massimo Cozza, segretario nazionale Fp-Cgil Medici che ha denunciato la cancellazione, di fatto, nel Ddl stabilità (art. 4 comma 51) del diritto al risarcimento della mancata retribuzione degli specializzandi che hanno frequentato le scuole universitarie dal 1 gennaio 1983 all'anno accademico 1990-1991. “Con il Ddl Stabilità il Governo continua la politica di accanimento contro i medici – ha dichiarato Cozza – questa volta attraverso il dimezzamento dei termini di prescrizione, che passano da dieci a cinque anni, per il risarcimento dovuto a causa del mancato tempestivo recepimento delle direttive comunitarie. Si annullano così le sentenze della Cassazione, in particolare la più recente (17350/11), che fissavano dieci anni di prescrizione, a decorrere dal 27 ottobre 1999, per il risarcimento della mancata retribuzione degli specializzandi che hanno frequentato le scuole universitarie dal 1 gennaio 1983 all'anno accademico 1990-1991. Mancata retribuzione – ha concluso Cozza – che viola la normativa comunitaria in materia”.

20 ottobre 2011
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy