Quotidiano on line
di informazione sanitaria
24 GIUGNO 2018
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Ambulatori privati. FederAnisap scrive a Grillo: “Collaboriamo per tutelare la salute e le nostre strutture”

I temi posti all'attenzione della neo ministro da Mauro Potestio, presidente FederAnisap, e da Valter Rufini, vice presidente vicario FederAnisap, vanno dal nuovo Tarifario per le prestazioni di specialistica ambulatoriale alla rivisitazione dei nuovi Lea, dall’allungamento delle liste d'attesa a uno stanziamento straordinario e limitato nel tempo per abbatterle. LA LETTERA

12 GIU - Mauro Potestio, presidente FederAnisap (Federazione Nazionale delle Associazioni Regionali e Interregionali delle Istituzioni Sanitarie Ambulatoriali Private) e Valter Rufini, vice presidente vicario FederAnisap, scrivono al Ministro della Salute, Giulia Grillo, per chiedere “una collaborazione basata su un sereno confronto” che porti a “ripristinare l’universalismo e la libertà di scelta del cittadino, princìpi fondamentali del nostro Ssn, e che consenta la sopravvivenza delle nostre strutture”.

I temi trattati nella lettera vanno dal nuovo Tarifario per le prestazioni di specialistica ambulatoriale alla rivisitazione dei nuovi Lea, dall’allungamento delle liste d'attesa a uno stanziamento straordinario e limitato nel tempo per abbatterlo.

In particolare, Potestio e Rufini fanno notare al ministro come il nuovo Tariffario per le prestazioni di specialistica ambulatoriale “non è applicabile alla totalità delle strutture esistenti che andrebbero incontro a gravi crisi finanziare e le porterebbero alla cessazione dell’attività. Tale condizione avrebbe inevitabilmente riflessi negativi, sia sui cittadini che vedrebbero ridursi i servizi cui hanno diritto, sia sul personale  dipendente che rischia la perdita del posto di lavoro”.


Per i leader di FederAnisap “sarebbe auspicabile una rivisitazione dei nuovi Lea e il ruolo e la regolamentazione dell’Assistenza Integrativa”.
 
E per garantire a tutti l’accesso alle prestazioni, interventi contro le liste d’attesa. E per Potestio e Rufini “l’unico provvedimento che può risolvere in tempi brevi questa crisi, è uno stanziamento straordinario limitato nel tempo e vincolato alla riduzione delle liste d’attesa”.

12 giugno 2018
© Riproduzione riservata


Allegati:

spacer La lettera

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy