Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 20 SETTEMBRE 2018
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Oss. Migep a Fugatti: Rivedere sistema formativo. Chiesto anche un incontro al Sottosegretario

La Federazione delle professioni sanitarie e sociosanitarie in una lettera segnala come l’Oss con formazione complementare "non è assolutamente sufficiente ed idoneo a motivare adeguatamente lo svolgimento delle stesso con la soppressione di alcune competenze infermieristiche che loro stessi andranno a sopperire, incidendo in materia parallela, ma su piani completamente diversi di assistenza di cui non si tiene conto delle complessità assistenziale".

12 LUG - La Federazione Nazionale Migep delle Professioni Sanitarie e Sociosanitarie scrive una lettera al Sottosegretario alla Salute Maurizio Fugatti, in riferimento a una interrogazione a cui lo stesso Fugatti aveva risposto.  “Purtroppo – scrivono dalla Migep - si è costatato che esiste un’emorragia di formazione difficile da fermare quanto libera e fuori da ogni controllo. Il grosso problema emerso è il numero degli Oss che sono formati dalle agenzie formative le quali percepiscono un lauto compenso senza valutare che effettuando corsi in numero superiore al fabbisogno delle regioni creano false aspettative di assunzione nei corsisti e nel contempo scaricano responsabilità a quelle regioni il cui il fabbisogno di Oss è zero. Molti Enti formativi vendono attestati Oss ai corsisti con metodi illegali e inoltre molti di costoro non sanno neanche cosa sono le ore di tirocinio, di formazione e cosa sia un registro di classe che la stessa regione poi convalida”.

Per la Migep, “l’Oss con formazione complementare non è assolutamente sufficiente ed idoneo a motivare adeguatamente lo svolgimento delle stesso con la soppressione di alcune competenze infermieristiche che loro stessi andranno a sopperire, incidendo in materia parallela, ma su piani completamente diversi di assistenza di cui non si tiene conto delle complessità assistenziale, riducendole a semplici prestazioni con effetto di ridurre il livello qualitativo, inducendo confusione e disconoscenza dei ruoli. Il gioco al ribasso e solo per compensare la carenza infermieristica e a livello economico”.


La Migep sottolinea nella lettera che “la realtà europea è totalmente diversa rispetto al nostro paese. In altre nazioni la formazione si effettua attraverso criteri precisi e contenuti specifici. Si può, infatti, notare, che nella maggior parte dei paesi europei la formazione è per lo più di 2 anni”. Chiedendo di “rivedere il sistema di formazione degli Oss” e proponendo “di istituire un programma di formazione di due anni attraverso un istituto professionale specializzato per le professioni sanitarie e sociali”.

Dalla Federazione Migep hanno infine chiesto un incontro con il Sottosegretario.

12 luglio 2018
© Riproduzione riservata


Allegati:

spacer LA LETTERA

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy