Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 20 GIUGNO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Anche il Sindacato “Branca a Visita” verso gli Stati Generali. Rappresenta quasi il 60% dei medici che lavorano nelle strutture specialistiche territoriali

Una delegazione del Sindacato Sbv-Cuspe,  ha incontrato a Roma, presso la sede della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, il presidente della Fnomceo, Filippo Anelli: "Riteniamo che a questo sindacato così rappresentativo degli specialisti sia dato il giusto rilievo e la giusta inclusione nei Tavoli ministeriali dedicati, così come auspicato dallo stesso Ministro Grillo".

07 NOV - Rappresenta quasi il 60% dei medici che lavorano nelle strutture specialistiche territoriali: è il Sindacato Branca a Visita (Sbv-Cuspe), l’associazione sindacale dei medici specialisti delle strutture specialistiche ambulatoriali accreditate. Eppure, i suoi esponenti non sono parte attiva nelle politiche di programmazione dell’erogazione delle prestazioni specialistiche, quelle che riguardano i Livelli essenziali di Assistenza, il miglioramento dei servizi per i cittadini, la riduzione delle liste d’attesa. Questo perché il Sindacato fa riferimento a norme ormai obsolete: quello che manca è un Accordo Collettivo Nazionale che ne disciplini l’organizzazione e che consenta di partecipare alle attività di programmazione.

Di questo si è parlato oggi in Fnomceo dove una delegazione del Sindacato Sbv-Cuspe, composta dal Segretario nazionale Salvatore Gibiino, dal Vice Segretario nazionale e Vice Presidente della Consulta Enpam Roberto Panni, e dal Presidente della Consulta Enpam, Claudio Dominedò, ha incontrato il presidente della stessa Fnomceo, Filippo Anelli.
 
“Condividiamo l’esigenza di ricostruire il ruolo del medico nella società – ha affermato Gibiino -, e confermiamo la nostra disponibilità ad essere coinvolti nel percorso degli Stati Generali della Professione medica e odontoiatrica, a salvaguardia dell’autonomia, responsabilità e indipendenza della Professione stessa, che rappresentano le migliori garanzie per la tutela del diritto alla Salute di tutti i cittadini”.
 
“Prendiamo atto e ringraziamo per la disponibilità da voi manifestata – ha rilanciato Anelli -. Riteniamo che a questo sindacato così rappresentativo degli specialisti sia dato il giusto rilievo e la giusta inclusione nei Tavoli ministeriali dedicati, così come auspicato dallo stesso Ministro Grillo, che ha espresso la volontà di coinvolgere nell’aggiornamento dei Lea tutti gli attori, in un processo chiaro e condiviso di Health Tecnology Assessment”.


07 novembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy