Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 20 GIUGNO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Le 15 società scientifiche aderenti al “Patto” si incontrano in Agenas

Si tratta delle società che hanno sottoscritto un protocollo di azioni comuni lo scorso luglio e che oggi suggellano il Patto in Agenas alla presenza dei sottosegretari alla Salute Luca Coletto e Armando Bartolazzi. Il fine è quello di realizzare congiuntamente una strategia finalizzata ad elevare costantemente gli standard di qualità e di sicurezza delle cure. Bevere: "L’Agenzia ha accettato volentieri di fare da garante a questa alleanza".

19 MAR - Si è svolta questa mattina, presso la sede Agenas (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali), l’incontro che suggella il “Patto delle Società Scientifiche” sancito nel luglio scorso, per realizzare congiuntamente una strategia finalizzata ad elevare costantemente gli standard di qualità e di sicurezza delle cure. Le Società Scientifiche sono: Acoi, Adoi, Aiom, Airo, Anmco, Aogoi, Siaarti, Sigo, Simit, Sin, Siot, Sip, Sirm, Siu, Siud. 

“Con questo incontro Agens si conferma la ‘casa comune’ per creare sinergie e discutere su temi di grande rilevanza per il nostro Servizio sanitario nazionale - dichiara il Presidente Agenas, Giacomo Bazzoni - Ringrazio i due Sottosegretari alla Salute, Luca Coletto e Armando Bartolazzi, per aver preso parte all’evento odierno”.
 
Ricordiamo che le stesse società scientifiche del Patto avevano già incontrato il ministro Grillo e il sottesegretario Bartolazzi nel novembre scorso.


“L’Agenzia - dichiara Francesco Bevere, Direttore Generale di Agenas - ha accettato volentieri di fare da garante ad un’alleanza di quindici società scientifiche,  tra le più rilevanti del mondo medico e chirurgico e rappresentative di oltre 60mila professionisti, che hanno deciso di condividere conoscenze, competenze e informazioni, discutendo tutti insieme delle possibili proposte su temi di grande rilevanza,  con una voce sola. I medici che aderiscono al “Patto”, espressione di eccellenze in ambito clinico, scientifico e della ricerca, hanno scelto di imboccare la strada di uniformare i comportamenti specialistici con la finalità di migliorare costantemente la qualità e la sicurezza delle cure”.

“Proporrò all’Osservatorio Nazionale delle Buone Pratiche sulla Sicurezza nella Sanità – prosegue Bevere - di utilizzare al meglio il percorso avviato oggi e farò in modo che il patrimonio inestimabile di conoscenze espressione del “Patto delle Società Scientifiche”, acquisibili soltanto sul campo, a contatto con i pazienti, rappresenti  un ulteriore valore aggiunto anche per Agenas”.

“I tempi sono maturi per definire insieme con Agenas, luogo di interscambio culturale e scientifico nonché di buone prassi, i criteri di accreditamento dei professionisti e delle strutture”. È quanto dichiarano i rappresentanti della Consulta delle Società Scientifiche Giuseppe Ettore e Pierluigi  Marini al termine dell’incontro.

“In un Paese in cui è sempre difficile fare squadra siamo pronti a collaborare per fornire il nostro supporto alla predisposizione di linee di indirizzo per la prevenzione e gestione del rischio clinico, alla formazione dei professionisti della sanità, alla predisposizione di indicatori per la valutazione e il monitoraggio delle competenze per la certificazione dei professioni e per garantire il rispetto degli standard di accesso alle cure. – concludono Ettore e Marini - Il pieno coinvolgimento di tutti i diversi profili professionali che partecipano ai processi di cura e l’inclusione dei gruppi di lavoro nelle componenti, scientifica, economica e giuridica per produrre suggerimenti e linee di indirizzo, saranno le bussole che ci guideranno in questo nuovo percorso che da oggi intraprendiamo con passo ancor più sostenuto”.
 
“In politica sanitaria il confronto con i medici è una tappa obbligatoria, serve a capire se i cambiamenti che si intendono intraprendere andranno a buon fine”. Ha dichiarato il Sottosegretario alla Salute, Luca Coletto al termine dell’incontro svoltosi in AGENAS con le Società Scientifiche.
 
“Possiamo elaborare i modelli assistenziali, organizzativi e terapeutici più innovativi del mondo - precisa Coletto - ma senza una modalità di lavoro condivisa con i protagonisti che a vario titolo dovranno metterli in pratica, rischiamo di ritrovarci dinanzi a una nuova pagina di politica sanitaria ben scritta, ma destinata a restare inattuata”.
 
“Al tavolo di oggi organizzato in AGENAS c’erano tutte le competenze necessarie per affrontare le sfide che attendono il Servizio Sanitario Nazionale”.  Ha dichiarato Armando Bartolazzi, Sottosegretario alla Salute al termine dell’incontro del Patto delle Società Scientifiche, che ha visto la partecipazione degli esponenti di vertice dei sottoscrittori. “Dopo il decreto che istituisce l’elenco delle società scientifiche, appare necessario fare un ulteriore passo in avanti e mettere insieme quelle affini per patologia e cominciare un nuovo percorso di interlocuzione tra le diverse realtà sanitarie del nostro Paese. Innovare mantenendo cure per tutti e migliorare gli standard qualitativi delle prestazioni offerte è una sfida che possiamo vincere insieme, unendo tutte le forze, ministero, AGENAS e le Società Scientifiche.”

19 marzo 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy