Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 23 SETTEMBRE 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Medicina generale. La Fimmg incontra Grillo. Scotti: “Questioni non ancora tutte risolte ma il dialogo va avanti”

I temi affrontati vanno dalla carenza dei medici di medicina generale, alla formazione post laurea in medicina generale, e a una conseguente determinazione dei fabbisogni coerente con l'Acn e con una riorganizzazione dell'offerta multiprofessionale in capo alla medicina di famiglia. "Le questioni nonsono ancora tutte risolte ma il ministro ha mostrato grande sensibilità e il dialogo che ci è stato garantito andrà avanti", ha commentato il segretario nazionale Fimmg. 

15 APR - "Ringrazio il Ministro della Salute per l'immediata convocazione della Fimmg e per la sensibilità mostrata al confronto sui temi di interesse della medicina generale e dell'assistenza di questa ai cittadini, tema su cui Fimmg concentra tutte le sue energie. I temi affrontati vanno dalla carenza dei medici di medicina generale, alla formazione post laurea in medicina generale, e a una conseguente determinazione dei fabbisogni coerente con l'Acn e con una riorganizzazione dell'offerta multiprofessionale in capo alla medicina di famiglia più vicina ai nostri assistiti che diventano sempre più anziani". È quanto dichiara Silvestro Scotti, segretario nazionale di Fimmg l termine di un incontro con il ministro Giulia Grillo.
 
"Abbiamo anche affrontato il tema a noi caro,ovvero quello dei piani terapeutici, peraltro già sollevato in un precedente incontro con il direttore dell'Aifa, e approfittato dell'incontro per presentare al ministro una sintesi della nostra recente survey, che ha coinvolto 1130 medici di medicina generale e più di un 1.600.000 assistiti - prosegue Scotti -. Dall'analisi emerge come la redazione del piano terapeutico impatti determinando un numero di visite (calcolate su

piani terapeutici annuali anche se molti di questi sono semestrali) pari a 1.526.710 considerando quelli destinati alla terapia del Diabete Mellito di Tipo 2, della BPCO e ai pazienti che necessitano di terapia con i nuovi anticoagulanti orali, allungando le liste d'attesa e rappresentando per il Ssn un costo pari ad almeno 17 milioni di euro".
 
"Le questioni nonsono ancora tutte risolte  ma il ministro - conclude Scotti - ha mostrato grande sensibilità e soprattutto è stato chiaro ad entrambi che le soluzioni non possono essere ricercate né nella resistenza né nel pregiudizio, ma nel dialogo che ci è stato garantito andrà avanti". 

15 aprile 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy