Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 20 NOVEMBRE 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Unsa e Fials depositano ricorso contro la Flat Tax: “Norme in vigore premiano chi ha di più”

"Il ricorso è stato depositato oggi presso il tribunale di Catania. "Riteniamo incostituzionale questa norma che di fatto premia chi dichiara fino a 65.000 euro l’anno, consentendogli di usufruire di un’aliquota fiscale agevolata del 15% di tasse, mentre i lavoratori dipendenti continuano a dover pagare dal 24 al 38% di tasse. I lavoratori dello Stato e delle aziende sanitarie sono stanchi di essere un bancomat", spiegano i segretari generali Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone.

10 GIU - Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone, segretari generali, rispettivamente, di Confsal-Unsa (funzioni centrali) e di Fials-Confsal (sanità), hanno depositato oggi presso il tribunale di Catania - insieme a 800 lavoratori iscritti ai due sindacati - l’annunciato ricorso contro la Flat Tax, agendo attraverso il proprio legale, l’avvocato Cristina Capodicasa.

“Riteniamo incostituzionale questa norma che di fatto premia chi dichiara fino a 65.000 euro l’anno, consentendogli di usufruire di un’aliquota fiscale agevolata del 15% di tasse, mentre i lavoratori dipendenti continuano a dover pagare dal 24 al 38% di tasse” dichiarano i due segretari generali.

“I lavoratori dello Stato e delle aziende sanitarie sono stanchi di essere un bancomat da cui si attinge per fare cassa e per risparmiare. Per questo, abbiamo chiesto al giudice di Catania di eccepire l'incostituzionalità della norma rimettendo gli atti alla Corte Costituzionale per tutelare i principi di progressività dell’imposizione fiscale e della parità di trattamento tra i cittadini”.


“Mentre il governo pensa a spendere soldi pubblici nei modi più disparati - concludono Battaglia e Carbone - i lavoratori pubblici sono, per un verso, dimenticati (niente rinnovi dei contratti all’orizzonte) e, per l’altro, colpiti da un insieme di tasse nazionali e locali che aggredisce l’effettivo potere di acquisto delle famiglie”.

Battaglia e Carbone, infine, annunciano: “Non ci fermeremo qui. Siamo pronti a prossime iniziative a tutela dei lavoratori”.
 

10 giugno 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy