Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 28 OTTOBRE 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Farmacisti non titolari propongono ricette digitalizzate anche per la fascia C


Dopo l’implementazione della Ricetta elettronica e di quella veterinaria e l’accelerazione alla dematerializzazione della ricetta Dpc, per l’Associazione nazionale professionale farmacisti non titolari, potrebbe essere arrivato il momento di digitalizzare anche i farmaci di fascia C: “Medici e farmacisti avrebbero pieno controllo sulla tracciabilità e l’utilizzo di questa tipologia di farmaci”

08 APR - “In questi mesi di emergenza sanitaria, tutta la normativa sanitaria è stata messa sotto sforzo. La Ricetta Elettronica attraverso i circuiti Sar (regionali) e Sac (nazionale) ha avuto una forte implementazione e soprattutto il corpo medico territoriale e tutta la cittadinanza si sono aperti” a questa innovazione che fino a pochi mesi fa si era distribuita a macchia di leopardo sul territorio nazionale. La stessa Ricetta veterinaria elettronica oramai è diventata di uso comune, gioco forza, e il suo utilizzo da parte del medico veterinario e dei proprietari degli animali è utilizzata con disinvoltura come le ricette cartacee precedenti. In alcune Regioni nel giro di pochi giorni, causa l'Emergenza e per evitare inutili trasferimenti dei cittadini, la Ricetta Dpc (distribuzione per conto) dal cartaceo si è “dematerializzata” con veloci provvedimenti. Si potrebbe procedere alla digitalizzazione per farmaci di fascia C?”.
 
Questa la proposta dell’Associazione nazionale professionale farmacisti non titolari (Conasfa).
 
“L’esperienza della ricetta veterinaria con il suo countdown e durata temporale è un esempio evidente e pragmatico – prosegue in una nota il Conasfa – da qualche tempo chiediamo questa implementazione, per facilitare il controllo di questi farmaci nella triangolazione medico, farmacista, utente. Abusi nell’utilizzo, perpetrati molto spesso per le motivazioni più varie giustificate e non, potrebbero essere ridotti in percentuale consistente. Con questa evoluzione il farmacista e il medico avrebbero pieno controllo sulla tracciabilità e l'utilizzo di questa tipologia di farmaci”.

08 aprile 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy