Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 09 AGOSTO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Gli Odontotecnici scrivono al ministro Speranza: “Riformare con urgenza il nostro ordinamento professionale e formativo”


In una lettera al ministro della Salute, l’Antlo e il Collegio Italiano Odontotecnici chiedono un incontro per sanare un inquadramento giuridico ormai obsoleto che li definisce ancora ‘arte sanitaria ausiliaria’ e colmare quindi il gap normativo con le altre professioni sanitarie

06 OTT - “Un incontro Istituzionale per poter riprendere l’iter di riconoscimento dell’odontotecnico quale professione sanitaria superando così il divario normativo e formativo nei confronti delle altre professioni sanitarie”.
 
È quanto chiedono in una lettera inviata al ministro della Salute Roberto Speranza,  Il Presidente della Associazione nazionale Titolari di Laboratorio Odontotecnico Mauro Marin e Luigi Benvegnù del Collegio Italiano Odontotecnici
 
“Al contrario di tanti gruppi professionali che grazie alla legge 42/99 sono divenuti non più professioni sanitarie ausiliarie o arti sanitarie ausiliarie – scrivono – gli odontotecnici, a causa di una legge quasi secolare, sono ancora denominati ‘arte sanitaria ausiliaria’ nonostante le altre arti sanitarie ausiliarie analoghe, per esempio il tecnico ortopedico o l’audioprotesista, siano riuscite ad evolversi in professioni sanitarie autonome. L’attuale inquadramento giuridico del profilo professionale di Odontotecnico è quanto mai datato ed inadeguato risalendo al regio decreto 31 maggio 1928, n. 1334, quasi un secolo fa; è una normativa ormai estranea all’attuale sistema delle fonti del diritto sanitario che si è evoluto in forma così impetuosa e discontinua, che non ha pari in nessun altro comparto sul quale si impernia il nostro ordinamento costituzionale”.

“Siamo in presenza di un oggettivo e colpevole ritardo accumulato dal legislatore nell’aggiornare fonte e disciplina dell’attività professionale dell’odontotecnico in contrasto con il richiamato processo di evoluzione delle professioni sanitarie, così ben delineato nella normativa italiana – proseguono – e di oltre vent’anni di tentativi del Ministero della Salute di far evolvere la famiglia professionale degli odontotecnici nell’area delle professioni sanitarie. Anche in questa Legislatura i gruppi parlamentari stanno tentando di superare le difficoltà del Ministero della Salute per risolvere positivamente tale vexata quaestio presentando proposte di legge per provare per provare con norma primaria a riformare l’ordinamento professionale e formativo dell’odontotecnico. Siamo convinti che la presentazione di un Disegno di Legge sia un passo importante per sbloccare un’impasse normativa ormai attiva da tanti, troppi anni e che rappresenti uno stimolo per sensibilizzare l’Esecutivo nazionale e le Regioni sulla questione. Le chiediamo, pertanto – concludono – di poter avere un incontro Istituzionale”.

06 ottobre 2021
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer la lettera

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy