Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 30 GENNAIO 2023
Lazio
segui quotidianosanita.it

Forlanini. Regione incontra i comitati: “L’obiettivo è la destinazione pubblica del bene”

Dopo il punto fatto in una serie di incontri con i Comitati, il presidente della Regione Nicola Zingaretti annuncia: “Questo immenso patrimonio della città resterà pubblico, sarà valorizzato e utilizzato decidendo servizi e funzioni insieme ai cittadini e a tutte le istituzioni coinvolte”.

27 MAR - L’Assessore al Bilancio, Patrimonio e Demanio della Regione Lazio, Alessandra Sartore ha incontrato in questi giorni i Comitati, le associazioni dei cittadini dei Municipi XI e XII e rappresentanti della Cgil sul futuro dell’ex Complesso ospedaliero Carlo Forlanini. “L’obiettivo comune e condiviso – riferisce la Regione Lazio in una nota - è sia la proprietà pubblica sia la destinazione pubblica di questo bene, da ascrivere nell’ambito dei servizi pubblici di livello urbano - tra cui quelli sociosanitari, culturali, sedi amministrative pubbliche, sedi universitarie, ordine pubblico e sicurezza -  previsti dalle norme tecniche di attuazione del Piano Regolatore del Comune di Roma all’articolo 84”.

La Regione spiega che “i principi fondamentali a cui dovrà attenersi il progetto che verrà messo in campo per il rilancio del complesso ex Forlanini sono: proprietà in ambito pubblico; destinazione a finalità pubbliche e servizi; consultazione pubblica sull’utilizzo di quota parte del complesso da parte dei cittadini del territorio con riferimento ai fabbisogni evidenziati; ristrutturazione del manufatto con investimenti da parte di soggetti pubblici di 250milioni di euro; tavolo permanente di consultazione con le associazioni coinvolte dando continuità al percorso partecipativo avviato”.

“Gli incontri di questi giorni con i comitati per il Forlanini, le associazioni dei cittadini e i sindacati sono un importante successo e un passaggio fondamentale nel percorso per ridare nuova vita al Forlanini. Questo immenso patrimonio della città resterà pubblico, sarà valorizzato e utilizzato decidendo servizi e funzioni insieme ai cittadini e a tutte le istituzioni coinvolte”-  parole del presidente, Nicola Zingaretti.

“È stato molto utile ascoltare e confrontarmi con le realtà territoriali che aspettano da parte della Regione, proprietaria del bene Forlanini, una risposta sul suo futuro – lo ha detto Alessandra Sartore, assessore al bilancio, demanio e patrimonio, che ha aggiunto: ho ricordato loro tutte le azioni che la Giunta ha messo in campo negli ultimi anni, dopo anni di incuria e abbandono, per questo complesso che non ha una destinazione sanitaria da oltre dieci anni. Tutto ciò a garanzia di una maggiore sicurezza per il quartiere e per il personale ancora in servizio presso gli uffici amministrativi. Il futuro del Forlanini sta a cuore a tutti i soggetti, istituzionali e non, coinvolti in vario modo nella sua rinascita” ha detto ancora Sartore.

Nella nota regionale si evidenziano quindi la azioni messe in campo dalla Regione “dopo anni di incuria e abbandono, per un investimento complessivo da bilancio di circa un milione di euro, che hanno consentito tra le altre cose di bonificare l’area, potenziare la sorveglianza all’interno del complesso e regolamentare l’accesso solo per le autovetture autorizzate”.

27 marzo 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Lazio

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy