Quotidiano on line
di informazione sanitaria
18 AGOSTO 2019
Lazio
segui quotidianosanita.it

Aggressioni ai medici. D’Amato scrive ai prefetti: “Chiediamo collaborazione”

Inviata ai prefetti una relazione sulle aggressioni agli operatori sanitari, accompagnata da una richiesta di collaborazione per il contrasto del fenomeno. “Auspichiamo un potenziamento dei presidi all’interno delle strutture sanitarie”, spiega l’assessore. La Prefettura di Frosinone che esaminerà la questione già nella prossima riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica.

07 NOV - “Abbiamo inviato la relazione sulle aggressioni agli operatori sanitari a tutti i Prefetti auspicando un potenziamento dei presidi all’interno delle strutture sanitarie e chiedendo una fattiva collaborazione per il contrasto del fenomeno. Voglio ringraziare la Prefettura di Frosinone che ci ha comunicato che esaminerà la questione nella prossima riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica”. A comunicarlo, in una nota, l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

07 novembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Lazio

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy